giovedì 27 novembre 2014

Intimo

Ma secondo voi, sia per l'uomo che per la donna, è meglio :

LISCIA

GASSATA


O...


martedì 25 novembre 2014

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

C'è chi si ostina a sottovalutare il fenomeno, chi continua a deridere il termine femminicidio, ma è indubbio che ancora oggi, nel 2015, il problema della violenza sulle donne è di attualità. Secondo recenti statistiche in Italia più di 6 milioni di donne sono state vittime dio atti di  violenza, l'hanno scorso sono state uccise 180 donne, quest'anno va meglio, il conto si è fermato a 90 (per ora).

Bisogna combattere questa situazione che è prima di tutto culturale, educando i bambini che saranno gli uomini di domani.


lunedì 24 novembre 2014

Museo Storico Nazionale dell'Arte Sanitaria

A roma esistono tantissimi musei, molti famosi e frequentati, altri molto meno famosi e pochissimo frequentati, che restano a volte aperti solo grazie alla buona volontà ed alla passione di alcuni studiosi. E 'il caso di questo piccolo e particolare Museo collocato (ma si potrebbe dire anche "nascosto") in alcune sale dell'Ospedale del Santo Spirito in Sassia, sul tratto di Lungotevere tra il Vaticano e Porta Cavalleggeri.

Certo, non è un museo che vanta dipinti o sculture artistiche, ma nel suo piccolo nasconde delle chicche affascinati, come la riproduzione di una farmacia del '700 (con annesso laboratorio Alchemico e un calco della famosa Porta Ermetica di Piazza Vittorio) , un torchio del '600 utilizzato per estrarre succhi dalle erbe officinali, ex-voto di epoca romana, una ampia collezione di strumenti medici inclusa una serie di trapani (sic!) per operazioni alla testa, ecc.

Notevole è poi il colpo d'occhio che si coglie nella Sala Flajani, con un terribile campionario di deformità della fine del '600 utilizzati a scopo didattico, così come la collezione di  cere riproducenti parti del corpo umano della fine del '700, ed in particolare varie configurazioni di utero a  grandezza naturale nei differenti stati della gravidanza.

(Foto scaricata da WEB)

Insomma, non proprio un vedere per stomaci delicati, ma di certo affascinante anche se forse i reperti esposti meriterebbero un allestimento meno polveroso dell'attuale.



domenica 23 novembre 2014

Alchemy

E' difficile, se non impossibile, descrivere uno spettacolo dei Momix, il gruppo di ballerini che si muovono sulle coreografie del grande Moses Pendleton. Il loro ultimo spettacolo, di scena a Roma fino a fine mese (se riuscite, non fatevelo scappare) è come sempre geniale e riesce a raffigurare quella incredibile alchimia (da cui il titolo) che può legare gli elementi base della vita: terra, aria, acqua e fuoco. Giocando sui rispettivi colori alchemici chiave (rosso, bianco, nero ed oro) i muti  interpreti ci trasportano in un mondo magico, con movimenti sensuali ed intensi. Favoloso. Ve ne offro un assaggio




venerdì 21 novembre 2014

Inganno

Cosa succede se lui ti chiede come ti sei fatta quel livido sulla coscia?

Gli dirò la verità. Dico sempre la verità. Così non possono mai beccarti a dire una bugia.

Cosa gli dirai?

"Mi sono fatta questo livido durante un torrido amplesso con uno scrittore disoccupato in un appartamento di una casa senza ascensore a Notting Hill". Suona come uno scherzo stupido ed io conservo l'illusione di essere una donna onesta

Questo breve brano è tratta appunto da Inganno, di Philp Roth. Scrittore americano di enorme successo. Una scrittura non agevole da gustare, in questa opera ancor più esasperata dalla voluta frammentazione della narrazione che obbliga il lettore a ricostruire, ad immaginare, i pezzi mancanti del puzzle. 

Il libro, come si può evincere anche dal brano qui sopra, è soprattutto una raccolta delle conversazioni  tra due amanti adulteri, uno scrittore americano ed una donna inglese, che si svolgo prima o dopo aver fatto l'amore in un alloggio di fortuna (e la foto che appare in copertina è quantomai significativa . Piccoli frammenti a volte apparentemente quasi insignificanti, ma che nell'intero contesto assumono una loro valenza. 

Una lettura impegnativa.






mercoledì 19 novembre 2014

Uomo, donna, amicizia ...

Come ho già detto più volte, sono un fedele lettore della rubrica che la Aspesi conduce sul Venerdì di Repubblica. Nell'ultimo numero tra le lettere esaminate ce ne era una che affrontava il tema della amicizia tra uomo e donna, e che ribadiva come (secondo l'autore della lettera) questa sia possibile senza che ci siano implicazioni di tipo sessuale.

La risposta della Aspesi, che in qualche modo trovo convincente, pur non contraddicendo il lettore, è stata che secondo lei in una amicizia tra un uomo ed una donna (eterosessuali ovviamente) quello che c'è di diverso rispetto ad una amicizia tra uomo ed uomo (o tra donna e donna) è che c'è, almeno da parte di uno dei due, una componente di attrazione fisica. Attrazione che può tranquillamente rimanere a livello di intenzione, può anche essere (anzi spesso è) inconsapevole, ma esiste.

O no?


lunedì 17 novembre 2014

Love Song

Se siete di quelli che partecipano al Gay Pride ed a manifestazioni simili questo libro non vi rivelerà niente che già non sappiate, e quindi potete anche non leggerlo (anche se è una lettura piacevole)

Se siete di quelli che "Gay è anornalità" e  "La famiglia è solo quella naturale composta da un uomo ed una donna" probabilmente è inutile consigliarvene la lettura, lo abbandonereste dopo le prime pagine, ammesso che abbiate il coraggio di compralo senza la paura di restare contagiati.

Ma se siete di  quelli, la maggior parte degli italiani, che non ha le idee chiare, che dicono "io non ho niente contro gli omosessuali, anzi, è giusto che siano come noi, ed infatti non sono mica discriminati" oppure "io ho tanti amici gay, ma nessuno di loro  vuole sposarsi, quindi non capisco proprio tutto questo rumore per ottenere i matrimoni omosessuali", allora questo libro può aiutarvi a farvi qualche domanda in più e può suggerirvi qualche risposta.



Federico Novaro è uno dei due uomini che sono saliti sul palco del Festival di Sanremo nel 2013 per raccontare, solo con dei cartelli, la loro storia d'amore. Il libro non è semplicemente il racconto della loro storia, ma contiene una serie di considerazioni molto interessanti. Nonostante sia una via di mezzo tra un diario ed un saggio, si legge in maniera piacevole e, come ho scritto sopra, può aiutare a capire qualcosa in più sulle motivazioni del movimento LGBT.

venerdì 14 novembre 2014

Spese pazze

Dopo le mutande (in verde di ordinanza) infilate nei rimborsi del consiglio regionale piemontese, fa notizia il rimborso chiesto (ed ottenuto) da un consigliere regionale dell'Emilia Romagna per un sex-toy, ovvero un vibratore, acquistato in un sexy shop di Reggio Emilia. Per di più, errore su errore (ci sono dei consiglieri che ne fanno a iosa, evidentemente). Il rimborso sarebbe stato chiesto ed ottenuto due volte, una allegando lo scontrino fiscale e l'altra la ricevuta del pagamento fatto con il bancomat (e qui è evidente che anche chi dove controllare si deve essere distratto un attimo). Insomma, è proprio vero che il più pulito ha la rogna, come diceva mia nonna?

A proposito, visto che quando ho parlato di Eva i miei lettori sono tutti caduti dal pero, spero che questo video (benchè in inglese) aiuti a far capire. Buona visione


giovedì 13 novembre 2014

Tempesta

Cammino per le strade del porto, deserte in questa gelida alba invernale. Il vento pare voglia tagliarmi via il viso a pezzettini, abbasso il capo coperto dal cappuccio della giacca a vento e procedo.

Arrivo sul molo, contro il quale le onde  si infrangono spargendo spruzzi di acqua ghiacciata e riempiendo l'aria di un odore salmastro. Guardo il cielo turbolento che lentamente sta rischiarando, senza rendere meno minacciose le nuvole che il vento trascina rapidamente sopra la mia testa.

Pioverà, tra poco pioverà, lo sento dall'aria, aria di tempesta,  lo confermano i gabbiani che volano sempre più bassi sul mare.

Mai come in questo momento le condizioni climatiche somigliano al mio stato d'animo. Guardo le acque, minacciose ma affascinanti, forse lì sotto, in fondo al mare, tutto è tranquillo e le intemperie non fanno sentire la loro voce. Forse anche io vi troverei tranquillità. Forse ...

Non cado in tentazione, torno sui miei passi e mi allontano da quegli ipnotici gorghi, per cercare un angolo dove trovar riparo in attesa che tutto passi. Perché tutto passa, e domani il sole splenderà di nuovo, anche dentro di me.    

mercoledì 12 novembre 2014

lunedì 10 novembre 2014

Pianificazione

Dunque, è tutto a posto, il cellulare è spento, il telefono di casa staccato. In frigo alcune bottiglie "giuste" e anche un po' di viveri sfiziosi. Il televisore è già acceso ed il DVD è caricato, quindi per una volta posso chiudere la porta in faccia al mondo e rilassarmi regalandomi un intero pomeriggio tutto per me.

Però ... perché di questo cuscino non fanno anche la versione per maschietti?

(foto scaricata da WEB)

venerdì 7 novembre 2014

Acrobazie

Lasciando il tendone dove avevano assistito a numeri di alta acrobazia, Andrea e Gianna tornarono a casa ancora con in mente le immagini di corpi che assumevano posizioni incredibili. Così dopo cena fu inevitabile parlane ancora
 
"Certo che ci vuole un fisico mostruoso per fare quelle cose, e poi con quel sorriso sulle labbra che fa sembrare il tutto una mera passeggiata" dice Gianna
 
"Già. Per esempio hai presente quella coppia? Non ho mai visto niente di simile. Ti immagini cosa combinano quando fanno l'amore? Altro che Kamasutra" aggiunge Andrea
 
E Gianna,  sorridendo: "Sei incredibile, pensi sempre ad una cosa. Ed io che speravo avessi ammirato la componente artistica"
 
"Che ci vuoi fare? Però, io credo che potremmo trarre ispirazione per ..."
 
"Per cosa?" esclama lei con tono preoccupato

Senza proferir verbo Andrea si  avvicina a Gianna, la abbraccia e comincia a baciarla con passione, e così prima il divano, poi il letto, diventano il loro palcoscenico privato per varie posizioni che non sarò qui a descrivere. Poi, mentre i due si rilassano teneramente abbracciati, Andrea solleva la testa, guarda negli occhi Gianna e le dice:
 
"Non ti ho detto che ispirazione avevo avuto"
 
Lei di rimando, con sguardo interrogativo ed un sorriso malizioso: "Come sarebbe a dire? Eppure mi sei sembrato abbastanza ispirato, poco fa"  
 
"No, no, dobbiamo provare una cosa, dai, scendi dal letto"
 
Una volta in piedi, nudi, Andrea prende l'iniziativa
 
"Ora, vedi, devi metterti di fronte al letto, mettere le mani sulla testa e piegarti in avanti, in modo da appoggiare la testa sul materasso, capito?"
 
"Si" risponde lei con voce incerta mentre cerca di seguire le sue indicazioni "ma cosa vuoi fare?"
 
"Non ti preoccupare, tu stai ferma ed allarga le gambe"
 
Detto ciò. Andrea si accovaccia fino a trovarsi con le spalle sotto le cosce di Gianna ed il viso ... bè ... dietro al suo lato B. Poi lentamente si alza, sollevando il bacino della ragazza che a questo punto si ritrova con il tronco in verticale, la testa puntellata contro il letto, le cosce poggiate sulle spalle del ragazzo. Che le afferra  con le mani le spalle e, tenendola ben salda, la stacca dal letto, lasciandola a testa in giù. Posizione un po' scomoda, ma sicuramente adatta a certe particolari effusioni, che non senza difficoltà i due si scambiano.
 
Poi, con la stessa cautela iniziale, Andrea riporta Gianna verso il letto e la lascia scivolare di nuovo sul materasso.
 
"Mamma che fatica" dice lui
 
"Faticoso ma interessante, non lo avevo mai fatto a testa in giù" replica lei ridendo "La prossima volta però prima prepariamo la videocamera, voglio proprio vedere che effetto facciamo visti da fuori: erotico, atletico o semplicemente comico?"

lunedì 3 novembre 2014

Quidam

Il Cirque du Soleil è la dimostrazione di come si possa fare spettacolo circense di alto, altissimo livello, senza utilizzare animali più o meno selvaggi. Assistere ad uno loro spettacolo dal vivo è una esperienza bellissima per piccoli e, soprattutto, per grandi che siano capaci di emozionarsi.
 
Da alcuni anni, finalmente, anche l'Italia è entrata nel circuito del Cirque du Soleil, per cui è stato possibile ammirare Alegria e Saltimbanco (prima che li dismettessero), Dralion ed ora Quidam.


Una delle cose che colpiscono di più, in uno spettacolo di questo tipo, è la coralità. Non una sequenza di numeri, più o meno affascinanti, slegati tra di loro, ma quasi un continuum in cui i vari artisti si succedono senza soluzione di continuità, fino a terminare la loro prestazione e farti accorgere che due ore sono volate in un baleno. Tra i vari numeri è difficile scegliere il più affascinate, io sono incerto tra la fisicità del duo (uomo e donna) che hanno fatto acrobazie da terra, la freneticità dei saltatori di corda (e se pensate di saper saltare con la corda non lo guardate perché non avrete più il coraggio di farlo) o la eleganza degli acrobati sulla corda. E Quidam non è certo uno degli spettacoli più affascinati, avendo quasi 20 anni (è stato messo in scena nel 1996) né quello più colorato (in effetti i costumi non hanno particolari caratterizzazioni), ma è comunque molto valido.
 
E adesso avanti il prossimo, visto che ci sono una ventina di spettacoli diversi attualmente rappresentati nel mondo sotto lo stesso marchio