venerdì 29 agosto 2014

Piacevoli schifezze

Ci sono cose, nella vita, che non si fanno, o almeno si fanno da soli chiusi in bagno. E no ... non c'è nessun riferimento ad atti di onanismo, per una volta, ma a cose molto più banali.

A volte, però, tra due persone si stabilisce una tale intimità da superar certe barriere di pudore e da consentire un particolare cambio di favori. Come farsi schiacciare un brufolo sulla schiena, in una zona irraggiungibile dalle nostre mani, o farsi tirar fuori un punto nero nella stessa area. Cose che danno soddisfazione ad entrambi. Ma il massimo, specie di questi tempi, è lavorare sulla pelle che, bruciata dal sole, comincia lentamente ad esfogliarsi. Come si può descrivere la sensazione che si prova quando si afferra con delicatezza un piccolo lembo di pelle, e poi lo si tira lentamente, con un leggero scccrrrssh, ammirando lo strato semitrasparente che si è asportato?

Sono cose che non hanno prezzo, per tutto il resto c'è mastercard, ovviamente

9 commenti: