lunedì 16 giugno 2014

Song 'e napule

Si può ancora andare al cinema ed uscirne appagati senza dover per forza affrontare temi seri in modo serioso? La risposta è si, come già aveva dimostrato Pif con il suo La mafia uccide solo d'estate, lo conferma questo Song 'e napule dei Manetti Brothers (ovvero dei fratelli Marco e Antonio Manetti).   Un film divertente ma non per questo troppo leggero, che trae ispirazione da diversi filoni degli anni '70, dagli spaghetti western ai poliziottesco (come il mitico La polizia ringrazia di Steno, anno 1972 con Enrico Maria Salerno e Mariangela Melato)


Arricchito dalla partecipazione di Peppe Servillo e dagli arrangiamenti musicali degli Avion Travel,  il film è ambientato  nel mondo dei neomelodici napoletani che descrive senza pregiudizio , anzi, con simpatia, tanto che, ne sono certo, tutte le spettatrici alla fine diventano fan di Lollo Love, il cantante intorno al quale è costruita tutta la vicenda narrata dal film. Ho scritto fan ma sarebbe più corretto dire ... cuoricine!


Assolutamente da vedere.


6 commenti:

  1. Ho letto che è bellissimo (ma i Manetti comunque sono una garanzia...) quindi sicuramente lo vedrò :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti assicuro che è un bel film, val eil biglietto (il che non è poco)

      Elimina
  2. io ho appena finito Gomorra su sky...
    altro genere certo

    RispondiElimina
  3. Sono un fan del Coliandro dei Manetti, mi piacciono un sacco come registi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora devi assolutamente vederlo :-)

      Elimina