lunedì 26 maggio 2014

Elezioni

Fermo restando che le elezioni erano per il parlamento europeo, non se ne possono ignorare le conseguenze a livello italiano. Ora bisognerà aspettare le analisi politiche e dei flussi elettorali (chissà se affidabili o meno), per farci spiegare meglio cosa è successo, ma è chiaro che il PD è riuscito a conquistare i voti di centro (non a caso i centristi di Monti sono scomparsi) ed un po' dei  voti M5S, mentre il centrodestra è rimasto abbastanza stabile nella somma FI+NCD (ovvero più o meno l'ex PDL) tenendo a destra a sfavore dei Fratelli d'Italia. Considerata la staticità del popolo italiano, già messa a dura prova l'anno scorso dal terremoto M5S, il PD può sorridere insieme al suo leader Renzi. 

Io sono abbastanza contento del risultato, anche se avrei preferito una vittoria meno netta del PD (sentire l'alito degli avversari un pò più vicino al collo può essere uno stimolo a non distarsi), ma sono contento che, sia pure per poco, la lista Tsipras abbia raggiunto il quorum, anche se  a livello italiano la cosiddetta "sinistra" conterà sempre poco.

Il M5S ne esce un po' ridimensionato. Ora credo che dovranno pensare a cosa modificare per il loro futuro, perchè continuando così la loro spinta si esaurirà abbastanza presto.

18 commenti:

  1. Vediamo un po' cosa succederà.
    Silvio sembra ormai cotto; Grillo ha fatto una figuraccia col suo #vinciamonoi e dicendo che sarebbero stati i vincitori; Renzi ora deve mantenere le promesse.
    Insomma, non se la passano bene XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Renzi proverà ad approfittare della situazione per accelerare le sue azioni contando sulle debolezze altrui (oggi come oggi nè NCD nè FI vorrebbero andare alle elezioni assumendosene la colpa), il che non è necessariamente un bene

      Elimina
  2. Un "po'" ridimensionato mi sembra un eufemismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè, il M5S scende dal 25,5% al 21,1%, non è crollato. Se si valuta la differenza con i sondaggi (ma ormai non ci beccano più) effettivamente il calo è più forte ma è ... virtuale. Resta il fatto che più di 1 italiano su 5 ha votato M5S ma il M5S (secondo me) non riesce ad utilizzare in positivo questa forza

      Elimina
  3. Conosco svariate persone che votavano Berlusconi che hanno votato Renzi : secondo me c'è stato un bel travaso !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che passare da Silvio a Renzi è un bel segnale di coerenza :-)

      Elimina
    2. sicuramente è coerenza. è non cambiare nulla. il buon senso tutto democristiano...

      Elimina
    3. secondo me è un provare a cambiare in maniera soft

      Elimina
    4. Ancora soft?? Ancora speranza nel cambiamento?? Troppo soft diventa inavvertibile..nuvolette e gommapiuma... Si' continua a sognare ad occhi aperti.

      Elimina
  4. diciamo sempre così eppoi alle politiche succede tutto il contrario... non siamo affidabili nemmeno su questo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il principale problema è che noi italiani abbiamo la memoria corta, sono certo che il 40% del PD non sarà mai confermato alle politiche, ma intanto i numeri sono questi

      Elimina
  5. io credo che il movimento crescerà invece... non appena si vedrà l'opera di questo pd di ferro, frutto dell'eterno immobilismo italiano. vedremo insomma !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo invece che a prescindere dei comportamenti futuri del PD (sui quali non nutro particolare fiducia) il M5S se non cambia strategia continuerà ad isolarsi e a non dare un contributo costruttivo alla gestione dello stato. E secondo me è un errore. Ma io di politica non ci capisco niente

      Elimina
  6. Ha ragione Crozza, duemilioni di voti in meno per Grillo contro duemilioni e mezzo di espulsi: il saldo è a favore dei 5* di che si lamentano' ;)

    RispondiElimina
  7. Infatti io,sostengo che il movimento NON ha perso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. raramente ho visto qualcuno ammettere la sconfitta in campo politico, in questo il M5S non si differenzia dai partiti e dà la colpa del suo ridimensionamento agli italiani, senza neanche ipotizzare che:

      1. Potrebbe non aver espresso abbastanza chiaramente il suo pensiero

      2. Potrebbe averlo espresso chiaramente ma non aver convinto

      Elimina