lunedì 5 maggio 2014

84 Charing Cross Road

Capita, in un giorno di festa normalmente dedicato ai  lavoratori, di ritrovarsi semi immobilizzato a casa nonostante si abbiano tante cose da fare. E capita, guardando una libreria zeppa di libri da leggere, di scorgere un libbricino di cui proprio di recente avevo sentito parlare. Un libro strano, una raccolta di lettere, molto brevi in genere, tra una autrice americana, Heleme Hanff ed Frank Doel, responsabile della piccola  londinese Marks & Co specializzata in libri usati. Heleme scopre di poter ordinare  a prezzi convenienti (siamo nel dopoguerra, l'economia americana tira mentre l'Inghilterra è alle prese con la ricostruzione) libri antichi, prime edizioni, della letteratura inglese dal '600 in poi, che le vengono poi spediti dall'altr aparte dell'oceano per posta.


Le lettere, inizialmente molto formali, lentamente  prendono una forma più confidenziale e tra i due si stabilisce uno strano legame, fatto di cultura, rispetto e tanta umanità. Un legame che evolve lungo un ampio arco temporale fino a .... bè, questo non ve lo dico.

La particolarità dell'opera è che è tutto vero, la sua autrice, Heleme Hanff appunto, ha raccolto la corrispondenza che considerava più significativa ed ha chiesto il permesso di pubblicarla, e ci sarebbe da congratularsi per la sua creatività se fosse una opera di mera fantasia. Una lettura piacevole e scorrevole, con momenti allegri e, inevitabilmente, momenti tristi. Da consigliare a chi ama i libri.

8 commenti:

  1. Io l'ho trovato delizioso. Un libro cammeo,delicato. Ogni tanto apro una pagina a caso e leggo. Come Helene fa con i libri che legge e rilegge. Altro modo di fare che ci accomuna. La lettera nella quale narra di quanto sia strano far inpolverare i libri amati è tra quelle che amo.
    È strano,non trovi anche tu,leggere un libro così in un'epoca nella quale i libri di carta pregiata non esistono più e la carta stessa sta diventando desueta?E le lettere scritte e affidate alla posta con l'imprevedibilitá del caso e del tempo,cariche di risposte attese,domande sospese...
    Ho letto il libro dopo aver visto il film,felice trasposizione del 1987,con Anne Bancroft sempre bravissima e un Anthony Hopkins perfetto. Non riuscirei a vedere nessun altro nei panni di Helene e Frank..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho visto il film, lo cercherò

      Elimina
  2. Wao, bellissima questa cosa.
    Se lo trovo lo prendo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che lo giudicherai un buon consiglio

      Elimina
  3. Avete suscitato la mia curiosità...del film però !! Hopkins già me l immagino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul film eventualmente prenditela con Ele :-)

      Elimina
    2. Prendersela con me?Per cosa?Il film è fatto bene ed è delizioso...Come il libro.
      Ele,penso lo trovi anche in rete,digita il titolo così com'è. :-)

      Elimina
    3. appunto, il film non lo conosco, quindi i miei giudizi positivi sono solo relativi al libro. Tutto qui!

      Elimina