lunedì 28 aprile 2014

Polemiche

Sta trovando abbastanza  risalto in rete una polemica che nasce da una recente affermazione del Papa secondo il quale un bambino ha bisogno di un padre e di una madre. Polemiche che trovo abbastanza sterili, perchè è ovvio che il capo di una religione che ha nella famiglia "tradizionale" uno dei suoi più solidi baluardi, non può che sostenere questa tesi che ovviamente va a criticare quelle "famiglie" in cui i bambini hanno due genitori dello stesso sesso.

Ma a partire da queste polemiche, e dalle varie discussioni che ho seguito, mi sembra di cogliere, da entrambe le parti, delle posizioni poco ragionevoli (d'altronde, forse la ragionevolezza non abita lì). E mi ritrovo per una volta (orribile dictu) a condividere più le tesi dei talebani cattolici che non dei talebani non cattolici. Perchè in fondo io ritengo che un bambino, in un mondo ideale, avrebbe diritto ad avere un padre ed una madre, e più precisamente ad essere allevato dal padre e dalla madre biologica, dai due esseri da cui ha ricevuto il suo DNA.   

Poi esiste il mondo reale, e tanti, tantissimi motivi per cui questo non accade, però ... però decidere a priori di levare ad un bambino qualcosa cui, in un mondo ideale, avrebbe diritto bè ... non rende la genitorialità un po' più egoistica di quello che già è? Negare che si fa una scelta penalizzante per il bambino, pur con tutte le buone intenzioni, pur con la certezza di riuscire a dargli più amore di quanto ne potrebbe mai desiderare, non è un po' ipocrita? Sono un po' confuso.

12 commenti:

  1. Io penso solo che, accertate le possibilità e l'amore di una persona, o due (anche dello stesso sesso)... un bambino ha più diritto a questo rispetto allo stare in un istituto.
    Però di certo la tua domanda finale resta...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Miki: sulle adozioni sfondi una porta aperta, ferme restando le stesse attenzioni e cautele che si hanno attualmente nel selezionare le coppie.

      Elimina
  2. Mi piacerebbe sentire il Papa affermare che un bambino ha bisogno di mangiare, e non morire di fame a due/tre mesi. E mi piacerebbe vederlo fare qualcosa di tremendamente tangibile in questo senso.Tipo vendere i Musei Vaticani e sfamare (almeno per qualche tempo) una mezza miliardata di bimbi denutriti. Chissà quante polemiche NON sentirei in questo caso, o forse si?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me le critiche le sentiresti lo stesso, ma le parole del Papa per me sono state solo uno spunto, lui fa gli interessi (o presunti tali) della chiesa e dello stato di cui è il capo.

      Elimina
    2. Infatti. Per quanto si faccia voler bene Papa Francesco, non è Papa Luciani. (che non diventerà Santo)

      Elimina
    3. per me francamente ... :-(

      Elimina
  3. queste sono discussioni sterili... ogni bambino avrebbe bisogno di una madre e di un padre giusto e presente - molte volte invece c'è di fatto un solo genitore e entrambi sono assenti e vengono cresciuti da nonni e scuola.
    E' la solita caccia alle streghe.
    quisquiglie

    RispondiElimina
  4. Ogni scelta frutto di egoismo è controproducente e da condannare, e può venire sia da una famiglia "normale" che da una famiglia "diversa"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi "normale" non vuol dire niente :-(

      Elimina
  5. Concordo con redcats. Ritengo che fare un figlio sia un atto molto egoistico,si traduce in amore solo se viene educato in maniera non egoistica,cioè per se stesso e non per soddisfare desideri egoistici dei genitori. Come accade più volte spacciandole per scelte educative. Privare un bimbo di figure genitoriali,volontariamente,non è "sano" nè eticamente giusto. Seppur io ritenga che un bambino abbia bisogno di un amore paterno e uno materno.

    RispondiElimina