mercoledì 26 marzo 2014

Il bordo vertiginoso delle cose

Avevo apprezzato un paio dei libri di Carofiglio con protagonista l'avvocato Guerrieri, una scrittura semplice e scorrevole ma non banale, per cui quando mi è stato regalato il suo ultimo lavoro, Il bordo vertiginoso delle cose, ne sono stato ben felice e mi sono immerso nella lettura.

Devo dire che il libro non ha tradito le attese, stesso stile piacevole, forse qualche piccola divagazione di troppo e, diciamolo, un giocare eccessivamente sulle coincidenze per terminare in un inevitabile (?) lieto fine. Però la trama è ben congegnata, con il passato che ritorna inaspettatamente a galla e risucchia il protagonista in un vortice di eventi in cui i trascorsi personali e politici si intrecciano con i tormenti interni di un presente che non riesce ad evolvere e che tiene sospeso il protagonista in un limbo da cui non riesce ad uscire.


La morale finale è che le risposte sono in realtà dentro di noi, solo che spesso non riusciamo a leggerle con chiarezza, o forse non vogliamo nel timore che siano sbagliate. Quindi inutile cercare risposte anche in questo libro,  ci si troverà forse qualche nuova domanda da porre a se stessi, ma non è certo poco.

6 commenti:

  1. conoscevo già carofiglio...vinse persino un premio delle biblioteche di roma i cui giudici siamo stati noi lettori dei circoli di lettura. questo titolo mi intriga assai. lo leggerò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me è piaciuto, anche se la trama a volte zoppica un po'. Come sempre ho evitato di anticiparne i contenuti, ma se lo leggi fammi sapere il tuo parere

      Elimina
  2. Non so se possa essere il mio genere...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dipende ... qual è il tuo genere? :-)

      Elimina
  3. Concordo con te. Stesso percorso, i libri con l'Avvocato, poi gli altri di cui questo è uno dei migliori, secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, molto introspettivo e con molti temi di discussione, finale un po' troppo ottimistico forse (e non dico altro, anche se mi piacerebbe, per non rovinare la lettura a chi ancora non lo ha letto)

      Elimina