venerdì 28 marzo 2014

Exit

Vista al Teatro Vittoria, mezzo vuoto, dove sarà in scena fino a  domenica (e considerato che i biglietti si trovano ormai a metà prezzo, si fa ancora in tempo), la commedia parla della crisi di coppia. Una coppia normale, equilibrata, innamorata, ma il cui rapporto lentamente si sgretola per tanti piccoli motivi (la politica, la gelosia, l'Iraq, i figli, il non averne,  il sesso ... il sesso c'entra sempre, perfino un paio di calzini) senza un vero motivo.

Ed allora si cerca una strategia di uscita, prima all'interno della coppia, e poi fuori, con risultati ... bè, che non vi dirò, ma che fanno sorridere, e anche pensare.


Alla base della commedia i dialoghi ironici, una struttura che alterna la recitazione vera  e propria con una (finta) interazione con il pubblico per spiegare il non detto, l'uso di stereotipi e di clichè in cui alla fine tutti un po' ci riconosciamo, e quattro attori assolutamente padroni della scena. Insieme a "Fausto e gli Sciacalli" le due più belle sorprese della stagione 2013-2014 del Teatro Vittoria (Rumori Fuori Scena non è stata una sorpresa, ma una conferma)

8 commenti:

  1. refuggo da tali argomenti... sorry

    RispondiElimina
  2. Il regista è il mitico Ranocchia!

    Moz-

    RispondiElimina
  3. L'unica cosa notevolissima quest'anno, per me, è stato Mastrandrea all'Ambra Jovinelli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto l'anno scorso, in effetti notevole!

      Elimina
  4. temo di non poterne più riderne... in verità scavano solo solchi sanguinanti nel mio cuore

    RispondiElimina