lunedì 13 gennaio 2014

Ladro!

C'è un pensiero ricorrente nella mia mente, in questi giorni: sono un ladro! E il fatto di essere un ladro "a mia insaputa" (e purtroppo non è una battuta) non può cancellare il fatto che io abbia rubato.

A mia discolpa posso dire di aver rubato senza esserne consapevole, mi è arrivato un regalo ed io ho dato per scontato che fosse mio, e me ne sono appropriato. Il problema è che non solo me ne sono appropriato, ma l'ho anche gustato, per cui non posso semplicemente restituirlo dicendo: "Scusate, mi è arrivato questo pacco, l'ho aperto e mi sono accorto che non era per me". Purtroppo non si può, e quindi rimango un ladro, uno che si è appropriato di qualcosa che non avrebbe dovuto avere.

Quale sarà la pena per un simile reato?

14 commenti:

  1. prima di natale mi è successa esattamente la stessa cosa. ho confessato tutto, ovviamente, e mi sono offerta di remunerare con lo stesso tipo di cosa rubata. ma il "derubato" ha rifiutato, signorilmente. ma ho una buona reputazione e ci conosciamo da anni. così mi tocca godermelo tutto, il maltolto, il malloppo. ah ah !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non sono nella stessa situazione, sto ancora cercando un modo per rimediare

      Elimina
  2. forse ricomprare lo stesso regalo?...

    RispondiElimina
  3. Dai, facci capire meglio... se te lo sei gustato, il regalo, era qualcosa di commestibile ed ovviamente riproducibile.. magari non industriale, magari fatto appositamente a mano da qualcuno possibilmente da ricontattare per procedere al bis... quali sono i problemi? Ladro a propria (ammesso sia effettiva) insaputa non lo si è. Illuminaci quindi e ti daremo una risposta... l'importante è che non ti sia mangiato una borsa di Gucci .. ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, appunto, fatto a mano da qualcuno ... ma non più riproducibile, e poi anche se lo fosse, non capiterebbe più nel momento giusto. No, non è rimediabile, ed è proprio il non poter fare niente per rimediare che mi mette a disagio. Non è che non voglia rimediare, è che proprio non posso!!!

      Elimina
  4. La pena? nessuna!
    La chiamo fortuna, quel che ti è successo.
    Un premio inatteso.

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Mittente, conosciuto? Destinatario?
    Se il dono è arrivato a te, a te doveva essere donato,forse.

    RispondiElimina
  6. ..e poi se non t'ha "sgamato" nessuno... occhio non vede, cuore (fegato in questo caso) non duole... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il guaio è che m'hanno sgamato. Anche perchè, in caso contrario, continuerei ad essere assolutamente incosapevole di quel che ho combinato !

      Elimina