martedì 15 ottobre 2013

Street Food in Circolo

Domenica scorsa al Circolo degli Artisti si è svolta la seconda edizione di Street Food in Circolo", manifestazione gastronomica dedicata al cibo di strada. Potevo non andarci? ovviamente no (si, lo so, questo è uno dei motivi per cui le diete non hanno alcun effetto su di me ...). L'elenco degli espositori, tutti riferiti all'area romana, era ampio e variegato, e di livello anche se con qualche assenza di rilevo (colpa di qualche genio che ha pensato bene di organizzare una manifestazione simile in contemporanea in un altro locale romano).

Alcuni espositori li ho trascurati, ma non aveva senso prendere un trapizzino  di Callegari visto che essendo vicino casa lo visito con regolarità, o una tiella di Sapori di Gaeta (idem), mentre è stata l'occasione per assaggiare street food che per motivi essenzialmente logistici non conoscevo.

E allora  via con le tigelle di Mozao (e guai a chiamarle pizzette farcite), con i boccadillos di Toros y tapas (squisiti), le barchette ripiene di baccalà o di zucca in saor di Ombre e Cicheti (dove si respira un'aria  autenticamente veneziana), le zuppe di Aromaticus (che proprio cibo di strada non sono, ma meritavano ugualmente),  i cous-cous (migliore quello di carne che quello di pesce, "solamente" buono quest'ultimo) di Food on the Road, per finire con un decente gelato di V-Ice.

Nota dolente, uniche birre presenti quelle (industriali) di una nota marca nazionale (che in realtà è proprietà della South African Breweries, quindi non è più italiana da alcuni anni), in ossequio ad uno degli sponsor della manifestazione. Pazienza.

Ah ... tra un cibo e l'altro, c' è stata anche una lezione/dimostrazione tenuta da Mediterraneum, una delle tante scuole di cucina della capitale, su Panelle e Pittole


13 commenti:

  1. ecco ho proprio voglia di panelle
    mi sembra che a trastevere c'è un locale palermitano
    a piazzetta della Malva mi sembra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero? io ci passo spesso ma non l'ho mai notato. A roma da un pò di tempo ci sono varie succursali dell'antica Focacceria San Francesco di Palermo ... ma la qualità mi sembra molto inferiore a quella della casa madre

      Elimina
  2. io adoro il cibo da strada!!!... slurpp

    RispondiElimina
  3. wooooow
    cavoli, queste sì che sono belle giornate XD

    Peccato per la birra non artigianale (ti ricordi, ci siamo conosciuti proprio parlando di birre XD)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che ricordo :-) ...potenza degli sponsor :-(

      Elimina
  4. Ho una super acquolina in bocca, sebbene a pranzo abbia mangiato come un camionista...sbav...e ci credo che quando vivevo a roma ero diventata un barilotto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti prego non parlare di "corda" in casa dell'impiccato ...

      Elimina
  5. Street food!!! Credo che diventerà il futuro gastronomico ...oltre che esser parte del passato. :) ..e credo possa "raccontare " bene un luogo, una cultura....sempre se fatto come si deve, eh! qui da me il massimo e' il panino con la porchetta! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè dai, dalle tue parti anche gli arrosticini possono essere considerati street food, no?

      Elimina
    2. Si., ma ..che io sappia..., non se ne mangiano in street :) ah si..forse si! ma non posso dirti dove.., almeno qui....te lo dico in privato! posso? :)

      Elimina
    3. tu puoi dire quello che vuoi, sia in pubblico che in privato :-) :-) :-)

      Elimina