giovedì 24 ottobre 2013

Ho adottato un bambino

No, non ho allargato ancor più la mia ampia famiglia, ho già dato abbastanza da quel punto di vista, ma ho aderito ad una iniziativa di adozione a distanza. Era un pò che ci pensavo, e poche settimane fa ho preso come suol dirsi la palla al balzo ed ho contattato quella che dovrebbe essere una delle organizzazioni più serie che operano in Italia: Action-Aid.

Con la mia quota mensile di 25 euro contribuirò ad uno dei loro progetti che mirano a dare non solo un aiuto diretto a dei bambini ma anche ad affrontare i problemi della comunità in cui vive. Una goccia nel mare, me ne rendo conto, ma il mare, in fondo, è fatto da tante gocce.

12 commenti:

  1. Risposte
    1. vale più, secondo me, che dare ogni giorno qualche decina di centesimi a chi ti vuole pulire il vetro. E se ci pensi costa meno di un caffè al giorno (che tanto io non bevo)

      Elimina
  2. Il Pinocchio con il cuore generoso! :D

    RispondiElimina
  3. Una cosa a cui ach'io penso spesso...
    Bravo !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, casomai lo farai quando avrai sistemato meglio le tue cose :-)

      Elimina
  4. iniziativa assolutamente lodevole

    RispondiElimina
  5. Sostegno a distanza, io lo faccio tramite la congregazione di suore presso cui lavoravo. Hanno le missioni e così "adotto" una famiglia,oltre al singolo bambino. Ho sentito parlare di Action Aid e di tante altre,ma son diffidente e allora preferisco dare a chi so per certo mi darà una conferma positiva in tal senso. Bravo Old! Hai un cuore di papà molto grande :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono laico :-) ... su Action Aid ho cercato di informarmi e l'ho scelta tra le diverse organizzazioni che sono presenti in italia, mi sembrano seri

      Elimina
    2. Anch'io sono laica.. E tu non mi sei sembrato un prete.. ;-)

      Elimina
    3. solo perchè ero in incognito :-)

      Elimina