giovedì 17 ottobre 2013

Giainismo

Tra le varie religioni "minori" ho recentemente scoperto il giainismo, fondato intorno al 500 a.c. (quindi ben prima del cristianesimo) da Mahavira che viene considerato il 24simo (ed ultimo) dei Profeti e che ha fatto suoi gli insegnamenti dei precedenti 23 profeti, vissuti ovviamente ancor prima di lui. I giainisti credono nella reincarnazione, sono rigidamente vegetariani e rispettano ogni forma di vita, tanto che i loro monaci si velano la bocca per evitare inavvertitamente di ingoiare qualche insetto e spazzano il terreno davanti a sè quando camminano per evitare di schiacciare qualche essere vivente. 

(Immagine di Mahavira scaricata dal WEB)

Tra i vari  insegnamenti di Mahavira (che visse poco prima di Buddha) sulla vita ce ne è uno che impone a tutti di possedere solo ciò che è sufficiente per il proprio fabbisogno. Possedere oltre le proprie necessità è sbagliato e bisogna guardarsi dalla ricchezza perchè porta alla malevolenza ed al male (detto questo, è abbastanza strano che molti dei giainisti siano ricchi commercianti, ma questo fa parte delle tante contraddizioni di tutte le religioni). Un socialista ante litteram? 

4 commenti:

  1. questo sarebbe molto bello perchè quando poi si muore si lasciano in eredità beni materiali a noi amati che diventano un peso da smaltire per gli eredi

    RispondiElimina
  2. Forse quel precetto è l'unico modo per stare davvero bene, ma... come fai a non toglierti nemmeno qualche sfizio?^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo fai se vuoi raggiungere il 'keval jnana', o illuminazione!

      Elimina