lunedì 30 settembre 2013

Gli etruschi a Tarquinia

La civiltà etrusca, che si sviluppò nell'Italia centrale contemporaneamente alla civiltà greca (e prima di quella romana, che poi la assimilò) è relativamente poco conosciuta a causa della oggettiva carenza di fonti storiche dirette. Si sa che fu una società evoluta ma nel tempo sottomessa e colonizzata dai romani (anche se gli ultimi re romani venivano da Tarquinia ed erano quindi etruschi), una società in cui la donna aveva un ruolo ben maggiore che non in quella greca (coeva) che in quella romana, partecipando alla vita sociale, ai giochi, ai banchetti con pari dignità degli uomini. Una società edonistica, in cui il piacere era (almeno per le classi elevate) uno dei principali obiettivi della vita. 

La maggiore testimonianza della civiltà etrusca che oggi abbiamo è rappresentata dalle tombe (oltre che dai resti dei templi) che il tempo ha preservato, come quelle della necropoli di Tarquinia, che vale la pena di visitare insieme al museo della città, tra l'altro ospitato in un bel palazzo del primo rinascimento.

Nella necropoli sono state individuate più di 6000 sepolture, di  queste circa 200 sono veri e propri sepolcri, ovvero stanze sotterranee dove insieme al corpo del defunto venivano collocati una serie di oggetti che lo accompagnassero nell'aldilà. Ammirando gli affreschi alle pareti, a volte straordinariamente ben conservati, sembra quasi di essere riportati indietro di 2500 anni, e di  partecipare a feste, danze e banchetti che celebravano e festeggiavano i morti come se fossero stati (e forse erano considerati) ancora vivi. 

(immagine scaricata dal WEB)

L'unico rimpianto è che, ancora una volta, la tomba cosiddetta "della fustigazione" era chiusa.

10 commenti:

  1. Praticamente erano gli abitanti degli anni '80 dell'era antica :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti pare si divertissero molto e che tra i culti maggiori ci fossero quelli dionisiaci!

      Elimina
    2. Wow, andrei tranquillamente a vivere nella loro epoca, per qualche tempo! Chissà se avevano anche i corrispettivi di Madonna e Jackson!

      Moz-

      Elimina
    3. Temo di no ... ma secondo me si può anche vivere senza (Madonna e Jackson, intendo) :-)

      Elimina
  2. FUSTIGAZIONE per punizione o per piacere?!!
    ... scusami ma sono un po' frastornata - ho appena terminato di leggere "Diario di una sottomessa"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah ... considerato il tipo di pitture che si trovano nelle tombe etrusche, direi comunque a scopo ludico.

      Ma leggi certe cose? ... io preferisco altre letture

      Elimina
  3. le ho visitate un paio di anni fa! molto interessanti .. anche per il paesaggio in cui sono collocate e un po' meno cupe di quelle della vicina Cerveteri, ma col suo carico di mistero anche queste.. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche Cerveteri è un sito interessante, ma meno conosciuto, anche dai romani (che spesso non conoscono neanche roma, ahimè)

      Elimina
  4. Hai capito 'sti etruschi..interessante quella tomba...

    RispondiElimina