giovedì 4 luglio 2013

Vorrei essere libero, libero come un uomo

La libertà (di Giorgio Gaber)




Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Vorrei essere libero come un uomo.
Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura
e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura,
sempre libero e vitale, fa l’amore come fosse un animale,
incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia,
che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare
e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche avere un’opinione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza
e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,
con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo
e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.
La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

... o almeno come un gabbiano


14 commenti:

  1. ..lo sarò..un giorno..quando morirò..una gran bella libertà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che lo sarai un pò prima, dai ...

      Elimina
    2. Mah..non so..Nella vita non si è mai completamente liberi..Neppure se si vivesse da eremiti..Credo che la libertà sia sempre limitata,anche in compagnia di noi stessi. Abbiamo lacci interiori..per esempio..

      Elimina
  2. Bellissima canzone^^

    Io mi sento abbastanza libero, questa estate. L'unico rammarico è che non sia (ancora) così calda come avrei voluto.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho troppi vincoli per sentirmi veramente libero, ma come mi hanno detto recentemente, in fondo non è che non posso liberarmi da questi vincoli, semplicemente non voglio!

      Elimina
    2. Beh, ognuno è schiavo delle cose di cui vuol essere schiavo... non è un male^^

      Questo vincolo è una donna? :p

      Moz-

      Elimina
    3. ma no ... i vincolo costituiti dalle donne sono sempre superabili, quelli costituiti da noi stessi meno ...

      E poi ... donne? alla mia età? magari :-) ma anche no!

      Elimina
  3. I gabbiani sono pessimi, gli uomini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I gabbiani sono gli spazzini del mare, ma un volo di un uccello è sempre un segnale di libertà ... il volo libero dovrebbe essere preferibile alla gabbia, seppur dorata , in cui spesso viviamo

      Elimina
  4. il gabbiano Johnatan Livingstone !! bella lettura ! oramai datata...

    RispondiElimina
  5. Davvero una gran bella canzone

    RispondiElimina