mercoledì 12 giugno 2013

Semel in ...

Semel in anno hebdomada ...

Priscilla Chan, moglie di Mark Zuckerberg, meglio noto come Mister Facebook, pare abbia ottenuto di inserire una clausola nel contratto prematrimoniale che le garantisca almeno un'ora d'amore ogni settimana (hebdomada).

A  me ha fatto venire in mente una vecchia barzelletta in cui i due sposini  rivelano le proprie abitudini, e dopo che lui le ha elencato tutti gli impegni serali  che ha (bridge, bowling, canasta, calcetto) lei replica più o meno così: "io alle 22, ogni sera, faccio sesso, chi c'è ... c'è!"

In realtà, credo che più che pretendere qualcosa che dovrebbe essere dettato solo dal reciproco desiderio, una clausola del genere  possa essere utile come campanello d'allarme:" io mi aspetto che nel nostro rapporto ci sia anche una certa quantità di attività sessuale, se ciò non dovesse avvenire, allora sappi che qualcosa secondo me non sta andando per il verso giusto "

In fondo, un'ora a settimana, in un rapporto "normale" credo che sia il minimo sindacale, e questo a prescindere dall'età e dalla durata del rapporto affettivo. Quando la frequenza fosse inferiore, anche non di molto inferiore, e non per impedimenti specifici, secondo me qualche domanda ce la si dovrebbe porre (e casomai anche darsi qualche risposta)

D'altronde Semel in hebdomada lo diceva già nel I secolo d.c. lo scrittore romano Cornelio Celso (che la riteneva la frequenza ideale dei rapporti sessuali), mentre  Lutero ne concedeva due la settimana, quasi come Tommaso Campanella che, nella Città del Sole, ne suggerisce uno ogni tre sere (che tutto sommato non sarebbe niente male)

16 commenti:

  1. Preferisco la barzelletta,al contratto prematrimoniale. Non potrei mai imporre qualcuno ad "amarmi"..ma vale l'avvertimento..
    Comunque..non è,per me,tanto questione di quante volte,ma di qualità. E quella ahimè..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. farò un commento un pò maschilista ... assolutamente d'accordo che la qualità abbia una sua forte importanza, però se mangio una volta l'anno da Heinz Beck mi sa che muoio di fame, quindi anche la quantità (ovviamente abbinata ad una buona qualità) ha un suo peso. Almeno per noi maschietti

      Elimina
    2. Oh Old,anche per noi "femminucce" la quantità ha la sua importanza. Ovvio che per essere appagati mangiando semel in anno,occorrerebbe fare una abbuffata megagalattica. Ma molti maschietti si preoccupano della quantità a scapito della qualità. Sì che tre volte a settimana o tre volte al dì van benissimo,ma se son qualitativamente parlando scarsine,che me ne faccio? Se una su tre è buona,le altre due si annullano.Perchè non è come fare ginnastica..ma alcuni,questo,non lo capiscono.

      Elimina
    3. Old...noto solo ora che hai cambiato avatar...hai capito..ma quella è una tua mano?Diamine sembra una foto hot...

      Elimina
    4. certo che non è come fare ginnastica ... il mio commento è riferito a chi (sentito con le mie orecchie) sostiene che va bene anche una volta al mese ... ecco, secondo me in quel caso c'è un problema, tutto qui

      Elimina
    5. la mano? chissà ... come ho detto in genere le foto che compaiono sul blog le scatto io, questa potrebbe anche essere la famosa mano della Famiglia Addams :-)

      Elimina
    6. mmm la mano della Famiglia Addams versione moderna..quella "vecchia" usciva da una scatoletta...:-P
      Non so Old,io dico che ognuno ha il suo metro..se a quella persona,una volta al mese basta,purchè vada bene per quella persona,che male c'è? Con gli anni penso che sia anche normale,avere un calo nella frequenza..o no?

      Elimina
    7. una volta al mese?!!... altro che problema...

      comunque concordo con la qualità - ele

      Elimina
    8. @Ele: se ad ENTRAMBE le persone basta una volta al mese non c'è problema. Ma non condivido il fatto che sia "normale" una calo di frequenza nel tempo. Anzi, credo che sia una storia che ci si racconta spesso per non dover cercare spiegazioni più scomode.

      Elimina
    9. @leggerevolare: sulla qualità siamo tutti d'accordo, ci mancherebbe, ma una volta al mese in effetti :-(

      Elimina
    10. @Old: spiegazioni più comode?Col tempo mangiar sempre lo stesso formato di pasta,per quanto condito con salse diverse,stanca.Ci si abitua?E allora ci si riduce al minimo sindacale. Non lo dico io,eh,non ne ho esperienza..Ma lo dicono in tanti e poi è anche una legge di natura. Col tempo il corpo si abitua agli stessi stimoli,come il bimbo che si addormenta a suoni/rumori diversi. Poi un giorno in casa ne entra uno nuovo e il bimbo,non dorme più. E poi,non son solo io a dirlo,visto che c'è tutto un fiorire di letteratura ecc sull'argomento "come ravvivare il desiderio dopo anni di matrimonio" et similia..Un pò come "come cucinare con gli avanzi".
      Ovviamente se si è in due occorrerebbe esser d'accordo in due. Lo sottintendevo,anche se ho parlato al singolare.Alle volte uno solo dà uno e l'altro si accontenta di uno,perchè magari due tre quattro cinque ecc lo ha al di fuori.

      Elimina
    11. mah ... commento come al solito elaborato, casomai lo riprendo e ci faccio un post per discuterlo megliio

      Elimina
  2. poveraccia... un'ora a settimana è pochissimo!!! ... allora che si è sposata a fare!!!!

    avesse detto un'ora ogni giorno capirei pure...

    mahhh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, io non lefinirei neanceh "il minimo sindacale", è come una CIG

      Elimina
    2. @Leggerevolare: io avrei una vaga idea del perchè ci si sposa con un miliardario...il fatto che chieda solo un'ora a settimana mi dà la misura di cosa per lei conta di più in quel rapporto...

      Elimina