lunedì 24 giugno 2013

Maiali, olive e seno femminile

Tranquilli, non dirò che sono maiali quelli che osservano con bramosia i seni femminili, specie quelli prosperosi, mentre mangiano le olive del loro aperitivo (che potrebbe sembrare l'unico argomento in grado di accomunare le tre cose), ma affrontare un argomento molto più serio e scientifico.

Se infatti andate sul sito della Libreria Nazionale degli Stati Uniti di Medicina, che fa parte dell'Istituto Nazionale della Salute, potrete apprendere che uno studio della facoltà di chirurgia dell'Università di Norfolk, in Virginia, ha dimostrato come sia possibile  migliorare la capacità dei chirurghi di sfruttare le potenzialità di mezzi diagnostici quali l'ecografia.

Un team di ricercatori ha infatti avviato una serie di simulazioni in cui i chirurghi operavano… un arrosto di maiale. L’arrosto conteneva delle olive, che dovevano essere individuate in base al referto ecografico e raggiunte dal chirurgo, cercando di evitare di effettuare incisioni in eccesso. Lo scopo era quello di permettere un esperienza realistica (o quasi), senza dover “sperimentare” direttamente sulle pazienti. Ed i risultati sarebbero stati ottimi, con i partecipanti  che hanno giudicato favorevolmente l’esperienza e ritengono li abbia aiutati a migliorare le loro competenze mediche.

Mi chiedo se a fine esperimento l'arrosto i medici se lo sono anche mangiato!

19 commenti:

  1. Beh, spero lo abbiano mangiato... del maiale non si butta via niente e una sana cena dopo lavoro è sempre l'ideale! XD

    Ah, grazie per il tuo passaggio al Moz o' Clock!

    Buona Estate ^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno. Beato te che sei già in estate (lo so che è estate, ma per me inizierà ad agosto)

      Come è andato l'Isolstizio? :-)

      Elimina
    2. E' andato superbamente!
      Un sacco di nuove leve nello staff (il che garantisce turni meno pesanti e ricambio generazionale), moltissime presenze di cui tanti forestieri, e micro eventi che hanno coperto tutti i gusti e le fasce d'età! :)

      Moz-

      Elimina
    3. Ottimo, magari l'anno prossimo riesco a farci un salto :-)

      Elimina
  2. se l'hanno fatto,
    hanno fatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo il lavoro tocca pure rifocillarsi, no? :-)

      Elimina
  3. Risposte
    1. ma sarebbe stato uno spreco ... :-)

      Elimina
    2. siii... ma dal punto di vista igienico... tzeeee

      Elimina
    3. ma dai, le sale operatorie sono asettiche :-) e poi così la carne è già tagliata :-)

      Elimina
  4. Sempre il povero maiale...sì che porchettato è la fine del mondo..ma povero..Certo è che con la mucca non si può e la scimmia non sarebbe eticamente corretto..le donne men che meno..Beh,io direi che dopo il maiale non se lo sono mangiato..a forza di maneggiarlo si saranno affezionati.Ps: scherzi a parte,penso sia una cosa molto valida,se funziona.Ma avran usato anche olive denocciolate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che si, denocciolate, perchè troppo facile individuare i noccioli nell'ecografia. E comunque, sempre scherzi a parte, tutto ciò che può aumentare l'esperienza senza mettere a rischio vite umane credo sia da valutare positivamente

      Elimina
    2. No perchè infatti,col nocciolo si individuano facilmente...Magari gli animalisti storcono il naso..ma tanto il maiale lo si cresce per farci prosciutto e co. se da morto o prima di morire,può servire alla scienza medica per migliorare la salute umana,perchè no?

      Elimina
    3. magari stò dicendo una cavolata ma adesso che ci rifletto spesso mi è capitato di vedere in Grays anatomy esercitazioni con i maiali... soprattutto prima di operazioni delicate. Forse è una pratica comune in America...

      Elimina
    4. non vedo Gray's anatomy, però la tecnica mi sembra in effetti utile

      Elimina
    5. @Ele: prima di morire no, sono contro la vivisezione :-(

      Elimina
    6. @leggere: non me lo ricordo..mmm...io vedendo Grey's mi soffermavo sui ehm..medici:-) ehehehehe Però sì,nei primi tentativi di trapianto di cuore,per esempio,han usato maiali,perchè dicono che hanno una reazione simile a quella umana.
      @Old: vivisezione no..voglio dire..che so..li addormentano..inseriscono le olive intere e poi prima che li digerisca fanno tutto..beh sì,a pensarci bene..meglio da morto. Ma da morto,dev'essere un maiale morto da poco,perchè sì,insomma, le reazioni del corpo son diverse no?oppure serviva solo una barriera fisica?Mah! Devo andare a leggere l'articolo di nuovo...

      Elimina
  5. Le vie della scienza sono infinite!

    B.

    RispondiElimina