lunedì 13 maggio 2013

La marcia per la vita

Ritengo la cosiddetta marcia per la vita una delle manifestazioni più ipocrite che ci possano essere, da parte di persone che o viaggiano con il cervello spento o, peggio, sono in malafede.

E lo dico da persona contraria, personalmente, alla interruzione di gravidanza, ma convinta che la legge 194, con tutte le sue storture (una per tutte la possibilità concessa ai medici della obiezione di coscienza) sia una legge per la vita, una legge che ha salvato decine di migliaia di vite umane. e molteancora ne salverà.

Io sono contro la interruzione di gravidanza, e   sogno un mondo in cui non ce ne siano più. Ma non è abolendo questa  legge che si ottiene questo scopo. Lo si ottiene (ma questo quegli stessi che hanno marciato non lo vogliono capire, o forse non sono in grado di capirlo) facendo sì che un atto d'amore sia sempre consapevole, che non ci siano più gravidanze indesiderate, che  una donna non si trovi a vivere una gravidanza indesiderata  (come purtroppo capita) come un dramma che segnerà per sempre, in negativo, la sua vita.

Faccio mie le parole del candidato sindaco a Roma, Marino, che voterò (ma senza dare il mio voto al PD, ovviamente):

"Sono cresciuto all'Università Cattolica, in anni in cui le donne arrivavano in ospedale sanguinanti e morivano di aborto clandestino. La posizione di uno Stato laico è e deve essere in difesa della vita e della dignità delle donne anche nelle scelte più difficili"

6 commenti:

  1. Sono secoli che il pensiero religioso non lascia requie. Retrogradi e prepotenti.
    Ma peggio delle marce per la vita - che in realtà sono per la morte, perchè un figlio non voluto significa condannare una persona, anzi due perchè la madre sarà inevitabilmente coinvolta, peggio di questa marcia è stato il fatto che alcuni ministri sono andati alla manifestazione per difendere un malvivente sicuramente colpevole, andando contro uno degli organi istituzionali per la cui difesa e conservazione loro sono deputati, sono stati eletti. C'è qualcosa di peggio oggi in Italia, compreso il silenzio di tante altre istituzioni che noi abbiamo deputato a governarci ???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io nom ho deputato nessuno di quelli che governano a governarmi. Però la maggioranza di noi si, evidentemente!

      Elimina
  2. Chi? Gli stessi che in nome della vita uccidono chi si manifesta a favore?(capitato negli Usa)Obiettori che privatamente mettono da parte il credo e in nome del dio danaro praticano l'interruzione di gravidanza?
    Chi,coloro che speculano su bimbi non voluti e poi abbandonati?
    No no..per nulla ipocriti...
    Son contraria all'ivg..ma ci son casi nei quali penso sia una scelta difficilissima che spetta solo alla donna decidere. Pur se contraria..non vedo perchè si debba negare un diritto..e una,purchè libera e consapevole,scelta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembrerebbe u a banalità, eppure pare che molti non se ne rendano (o non se ne vogliano rendere) conto

      Elimina
  3. Io sono per la libertà di scelta. Sempre.

    RispondiElimina