martedì 30 aprile 2013

Viviani Varietà

Raffaele Viviani  è stato tra i più noti commediografi, attori e poeti degli anni tra le due guerre mondiali, fino all'avvento del fascismo che non vedeva di buon occhio il suo teatro dialettale (napoletano).

Massimo Ranieri ha portato a Roma le sue musiche, le sue parole, le sue idee in uno spettacolo che prende spunto da un episodio realmente accaduto, ovvero da una tournè che nel 1929 l'artista, con la sua compagnia, fece in sud america, raccontando le prove effettuate  sul piroscafo Duilio nel tragitto da Napoli a Buenos Aires.

Coadiuvato da artisti molto valdi e cn il supporto di una orchestrina dal vivo, Ranieri si è confermato uomo di teatro, in grado di cantare, balalre, recitare, tenere la scena, pur senza oscurare gli altri attori, alcuni forse un pò sopra le righe ma in gamba.

Uno spettacolo gradevole, tra i migliori visti quest'anno al Teatro Argentina

P.S. Utilissima la traduzione on-line dei testi delle canzoni, altrimenti difficilmente comprensibili anche per chi, come me, il napoletano un pò lo conosce.

2 commenti:

  1. Massimo Ranieri mi piace, ho visto che c'è un nuovo spettacolo, se non è tutto esaurito ci vado.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, lui è proprio un animale da palcoscenico!

      Elimina