lunedì 29 aprile 2013

Non ho parole

E per fortuna che questi giorni non ho neanche letto il giornale, avendo senz'altro di meglio da fare che occuparmi del nascendo governo di "larghe intese".Che a prima vista mi sembra una bella operazione di facciata molto democristiana, e secondo me riuscirà a fare ben poco (e quel poco lo farà pure male).

Spicca, tra i tanti, il nuovo ministro della salute,  Beatrice Lorenzin, deputata romana di stretta osservanza berlusconiana. Dovrà occuparsi di argomenti come fecondazione assistita, fine vita, aborto ... considerato che il suo (rispettabilissimo, a livello personale)  pensiero è in linea con quello della CEI, come ha nel tempo più volte ribadito pubblicamente, e che ha fatto parte della consulta femminile della conferenza dei vescovi, siamo in una botte di ferro ... con gli spuntoni di acciaio al suo interno.

6 commenti:

  1. Non è medico e neppure infermiera. E' a favore del nucleare. Per dire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una delle tante, troppe a mio avviso, tasse da pagare al PDL

      Elimina
  2. Anche questa volta i diritti passano in secondo piano. Che novità
    :(

    RispondiElimina
  3. ...la famosa vergine di norimberga...

    RispondiElimina