martedì 19 marzo 2013

Family Concert

L'Auditorium Parco della Musica è a mio avviso tra le migliori cose realizzate a Roma negli ultimi 20 anni. Al di là della bellezza del complesso e della perfetta acustica delle sue grandi sale, quello che sbalordisce di più è la ricchezza e la eterogeneità dell'offerta, che spazia dalla classica al jazz, dal blues alla musica moderna, con eventi dedicati anche a fasce di età diverse.

Tra i tanti eventi segnalo questi "Family Concert" che si svolgono la domenica mattina alle 11 (per cui non obbligano neanche ad alzatacce)   destinati principalmente ad un pubblico giovane ed a famiglie che vogliono avvicinare i figli (e anche se stesse) all'ascolto musicale in maniera, come dire, "leggera".

Si tratta di concerti brevi,  in genere della durata di un'ora, preceduti da una introduzione al programma del concerto durante la quale vengono spiegati i brani che si andranno ad ascoltare e vengono fornite delle chiavi di lettura che per l'esperto possono essere banali ma che per il neofita sono spesso delle vere e proprie rivelazioni.

Io ho recentemente assistito ad un concerto di musiche di Prokofiev, che comprendeva la Sinfonia n. 1 "Classica" , una mini-sinfonia di soli 14 minuti ma composta dai canonici 4 movimenti (da cui il nome) e una raccolta di brani tratti dalla sua "Cenerentola", con l'Orchestra di Santa Cecilia al completo (quasi un centinaio di orchestrali) e con un maestro d'orchestra di eccezione, Vassily Sinaisky, direttore principale e direttore musciale del Teatro Bolshoi di Mosca. Molto bello e con molti bambini e ragazzi tra il pubblico.

6 commenti:

  1. Sono assolutamente d'accordo... mi è capitato di vedere e sentire cose veramente belle
    e questo luogo è caldo, accogliente e invita ad andare e invitare e unirsi

    si passano piacevoli ore anche se sono andata quasi sempre di pomeriggi e sera... sai la mattina dormo ormai il sabato e la domenica e mi piace stare a letto fino all'ora di pranzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in un'altra vita ero un ghiro!! :)

      Elimina
    2. non che io sottovaluti il conforto di un letto caldo ed avvolgente, ma devo ammettere che se mi alzo alle 9 di mattina (quando non devo lavorare) per me è già tanto

      Elimina
  2. Grazie per il consiglio, ne terrò conto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me è piaciuto, il biglietto non costa tanto ed è più istruttivo e meno impegnativo di un concerto "clasico". Se una volta ci vai poi mi dirai il tuo parere!

      Elimina