lunedì 4 marzo 2013

A Villa Pamphili con Marco

Approfittando della bella giornata di sole, ieri sono uscita con Marco  per  andare finalmente a  respirare un po’ di aria pura a  Villa Pamphili. Dopo una bella corsetta tra i prati ci siamo distesi, un po’ affannati, all’ombra di una quercia secolare, per goderci il tepore  della primavera. Come al solito Marco, pur provato dallo sforzo fisico, ad un certo punto ha cominciato ad accarezzarmi e la cosa, lo confesso, mi era tutt’altro che indifferente, quando all’improvviso nel nostro campo visivo è entrata lei.
Non appena l’ho vista, mille campanelli d’allarme si sono attivati nella mia testa, così mentre Marco fingeva indifferenza, io ho preso ad osservarla con attenzione. Diamine, non era una  che poteva passare inosservata: alta sul metro e settanta,   capelli biondi lunghi molto curati, occhi tra il verde e l’azzurro, un bel seno (maledizione), magra ma non troppo, indossava una polo rosa sopra i pantaloni della tuta neri ed un paio di scarpe da jogging in tinta, trucco leggero ad esaltare il contorno degli occhi. L’ho fissata ma lei ha sostenuto senza problemi il mio sguardo, uno sguardo che voleva palesemente dire “stai lontana da lui!”, nella speranza che anche lui stesse lontano da lei. Ovviamente il mio messaggio non è stato recepito, anzi direi che è stato volutamente ignorato. Lei si è avvicinata a Marco e con una scusa (non sapeva dove fosse una fontanella per abbeverarsi, poverina)  ha attaccato bottone, incurante della mia presenza, anzi  ignorandomi volutamente. E quello stronzo di Marco le ha subito dato spago!

Ad una femmina, lo dovrebbero sapere tutti, potete toccare tutto ma non il suo uomo, così man mano che la conversazione tra loro due proseguiva la mia irritazione saliva di pari passo finchè, quando sono arrivati a scambiarsi i numeri di telefono, non ce l’ho fatta più. Mi sono alzata su tutte e quattro zampe ed ho affondato i miei canini nel suo polpaccio … che soddisfazione vederla  scappare urlante e dolorante, mentre Marco cercava inutilmente di scusarsi, ed io lo guardavo con aria fintamente pentita accucciata ai suoi piedi!

8 commenti:

  1. Si tratta pur sempre di una "signora" a cui si deve rispetto, no? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che vanno rispettate, le signore ... sempre!

      Elimina
  2. Ed io che pensavo che con i cani si acchiappasse :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dipende ... dipende ... :-) ...

      Elimina
  3. Baol..col cane s'acchiappa;-)assicurati che sia maschio;-)

    RispondiElimina
  4. Anche Asia,il cane di Swiff è gelosissima..quando camminiamo insieme,vicini,arriva come uno tsunami e si mette giusto nel mezzo per dividerci. Con un magistrale colpo di coda e fianchi..ed è un labrador..quindi..Poi,si gira e mi guarda dritto negli occhi come un avvertimento "ora hai capito?".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gelosia tra femmine ... semplicemente normale!

      Elimina