giovedì 14 febbraio 2013

L'amore è ...

L'amore è ... già, cosa è l'amore?  Escludiamo per una attimo tutti i tipi di amore che sono caratterizzati da un aggettivo: amore materno, amore filiare, amore fraterno, e concentriamoci sul sentimento che possiamo provare verso una persona estranea la cui vita, per caso,  incrocia la nostra.

Esistono persone che incontriamo e che ci sono indifferenti, ovviamente verso di loro non proviano amore. Ci sono persone con cui stiamo bene, con cui si sviluppa una conoscenza profonda, fatta di cose e pensieri in comune, ma niente più, per loro proviamo amicizia ma non amore. Ci sono persone con cui non abbiamo molto in comune ma che fisicamente ci attraggono, per loro possiamo provare infatuazione e desiderio, ma non è amore. 

Ci sono infine (ma so che sarò criticato) persone che con noi hanno molte cose in comune   ma che, per di più, ci attraggono fisicamente. Ecco, secondo me, quando il desiderio verso un' altra persona è fatta di ragione e di sentimento, quando con quella  persona si sta bene sia che si discuta di filosofia sia che si stai abbracciati in silenzio, allora si potrebbe parlare di qualcosa di diverso, anche se forse non di amore. Possiamo definirlo ... affetto?

Ma allora, qual è il confine che separa l'affetto dall'amore? L'intensità del sentimento? L'unicità del sentimento ? O cosa? Insomma,  quando possiamo parlare di amore? O l'amore è una invenzione?

27 commenti:

  1. Io non l'ho ancora capito. Sinceramente.
    Pensavo fosse avere in comune molte cose con l'altra persona e starci bene anche fisicamente. Ma non ha funzionato.
    E allora sono ancora sul cammino per capire cosa sia davvero. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è un altro elemento che non ho messo nel post, l'elemento tempo. Però il discorso si sarebbe fatto troppo complicato, una cosa sono i sentimenti, altra è come preservarli dalle ingiurie (ed i pericoli) del tempo. Temo che niente sia per sempre (a parte i diamanti). Tu scrivi che non ha funzionato, ma vuoi dire che "non è durato" quanto tu ti aspettavi durasse, perchè immagino che finchè è durato funzionava, no? :-(

      Elimina
    2. Non è durato quanto pensassi.
      E col senno di poi ti posso dire che forse non funzionava come avrebbe dovuto anche nel mentre.
      Ma quello fa parte degli errori che si commettono e da cui bisogna imparare :)

      Elimina
    3. posso dirti, ma non è certo una consolazione, che raramente durano quanto uno pensava, e quasi sempre anche nel mentre non funzionano come dovrebbero.

      Ciononostante noi insistiamo ... :-(

      Elimina
  2. Mammina santa Old..quante domande!:-) Parli di tipi di amore,all'inizio,sottintendendo che ve n'è più di uno. E in effetti potremmo dire che è così. E dato che la nostra lingua ha delle limitazioni, aggettiviamo il sostantivo amore per far capire la differenza. Sentimento e amore,son sinonimi?Io penso che l'amore è uno dei sentimenti. Gli altri son l'odio,lo sgomento ecc(ok,tutto questo l'ho capito studiando psico).Quindi possiamo dire che l'amore è uno dei sentimenti che possiamo provare. E sul provare non mi dilungo perchè secoli di filosofia teologia ecc ecc hanno provato a individuare dove si prova e perchè (l'innamoramento,per esempio,non è altro che ossitocina e altri mix). L'amicizia è una forma di amore,per alcuni. Specie se "vuoi bene" all'amico.Anzi,se si leggono certuni,l'amicizia dura più dell' "amore"(inteso di coppia).Avere cose in comune oltre all'attrazione fisica,di per sè,non può far parlare di amore. C'è,forse,un sentimento. Ma quale..lo ignoro.Poi dici "stare bene" e allora aggiungi un altro sentimento o stato d'animo: il benessere. Quindi sono: attrazione mentale o sintonia mentale,attrazione fisica e benessere. Messi tutti insieme,cosa formano?Ecco..non saprei..ci credi?:-)

    RispondiElimina
  3. Ho parlato di "coppia" nel senso di amore tra due persone..non di coppia nel senso canonico del termine...Ah sì,l'affetto..il discorso che farei sarebbe alquanto contorto..ma il tuo post mi dà modo di rileggerlo e di pensarci su..comunque..per qualche accenno al mio pensiero contorto..http://it.wikipedia.org/wiki/Affetto o qui http://www.treccani.it/enciclopedia/affezione_%28Dizionario_di_filosofia%29/ che è la prima cosa che mi è venuta in mente.
    A rileggere(mentalmente)il tutto,affetto sarebbe un termine molto diverso da quel che comunemente intendiamo..forse...

    RispondiElimina
  4. l'amore è una malattia... è quando non puoi fare a meno di un'altra persona per completare la tua. In verità in questo caso è una vera ossessione. Diciamo che l'amore è troppo intenso per poter essere sopportato. E' pieno di innamoramento e di affetto, attrazione fisica e sentimentale e mentale insieme. E' troppo... ed è per questo che ci si brucia. Sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @leggerevolare: stai dicendo che amore è quel sentimento affettuoso così travolgente da renderti indispensabile conquistare la persona amata? Secondo me quello è l'innamoramento, non l'amore.

      Elimina
    2. NO. Dico che l'amore è quel sentimento totalizzante che comprende per forza l'innamoramento ma è alimentato dalla passione. Quando si spenge il fuoco che consuma allora diventa affetto e amicizia, ma non più amore, oppure odio e rancore.

      Elimina
    3. secondo me l'amore e l'innamoramento sono due cose diverse. Ed è molto più facile innamorarsi che amare.

      Poi, finita la fase dell'innamoramento, ci può essere l'amore (se esiste), l'affetto ... o l'odio ed il rancore

      Elimina
  5. Sono le eterne domande alle quali ognuno dà una propria risposta.

    RispondiElimina
  6. Io credo semplicemente che quando ti accorgi di provare un sentimento come l'amore lo riconosci perchè è inconfondibile, ma è anche altrettanto indescrivibile....
    Quindi per me l'amore c'è quando lo senti e lo sai, ma non riesci a descriverlo...
    L'affetto è descrivibile, l'amore no.
    Morbidi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credi che a volte si possa aver paura di ammettere di provare amore e lo si neghi? In fondo un amore è molto più impegntivo di un affetto profondo, ed a volte il confine può essere labile

      Elimina
    2. Può essere....nel caso è meglio smettere di negarlo e amare....no?
      Ad ogni modo è una cosa che non ti spieghi...è così e basta...è diverso dall'affetto e da qualsiasi altro tipo di legame.
      Non c'è nulla da indagare a mio parere sul cosa sia l'amore.
      Esiste...e quando c'è è inconfondibile, indescrivibile e non si può rinnegare per quanto uno possa provarci.

      Elimina
  7. ...io non voglio neanche provarci, a definirlo...
    vi ascolto - cioè leggo - con piacere. ma non voglio dire nulla.
    continuate grazie.

    RispondiElimina
  8. io l'ho trovato e mi ci sono fatta travolgere.
    è stato bello, insolito e speciale.
    mi è piaciuto.
    tanto.
    ma spiegarlo a parole francamente non saprei farlo... e mi piace viverlo, basta così

    RispondiElimina
  9. risposta collettiva : che esista o meno l'amore, e qualunque sia la sua definizione (o qualunque siano le sue definizioni), è sempre meglio viverlo che non viverlo e limitarsi a parlarne :-)

    RispondiElimina
  10. Old..arrenditi, non si può definire l'amore:-) Invidio Morbidi..ahhh..se potessi tornare ai miei vent'anni....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti prego non parlare di età ... non si parla mai di corda in casa dell'impiccato!

      Elimina
  11. Tutte domande sacrosante ma, alla fine, ognuno ha la sua risposta e, come diceva Vinicio

    "Che cossè l'amor
    chiedilo al vento
    che sferza il suo lamento
    sulla ghiaia del viale del tramonto..."

    RispondiElimina
  12. Oscar Wilde dice che definire è limitare.
    Fabrizio De André dice che l'amore ha l'amore come solo argomento.
    Entrambi meravigliosi, certo, entrambi hanno ragione, certo. Ma una cosa che non puoi, anche senza definirla, comunque spiegarla, darne qualche dimostrazione tangibile, probabilmente non esiste.

    Inoltra, ci sono teorie bellissime per cui qualsiasi nostra "emozione" nasce e scaturisce da qualcosa di fisico. Nasce l'emozione dalle componenti fisiche insomma. Come le farfalle nello stomaco, che si dicono per quando uno è agitato, è una sensazione fisica prima che emotiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre troppo filosofica, anche se c'è del vero in quel che scrivi!

      Elimina