martedì 5 febbraio 2013

Il sesso degli angeli

Un lunedì pomeriggio come tanti, freddo ma assolato, in cui il lavoro mi porta in giro per Roma e mi regala anche un'ora di buco. E  non è che lo faccio apposta, ma sto lì, su uno dei sette colli di Roma, e le gambe si muovono da sole, su una leggera salita, e mi conducono, in una specie di pellegrinaggio, fino all'ingresso della chiesa dei SS. Quattro Coronati.

Ricordi lontani, ma non per questo meno vividi, richiamano quel basso muretto e l'ingresso al primo dei due cortili (caratteristica molto particolare, unica a Roma) che conducono alla chiesa. Per allontanarli mi inoltro nel secondo cortile ed esploro il complesso. Non mi dilungherò a parlarne, perchè meglio di me lo descrive questo blog  (il cui nome già un paio di volte ho preso in prestito come titolo di un mio post). Mi limito a confermare e rafforzare ogni parola che leggerete in quel post, e a ribadire che vale la pena di prendersi un'ora di tempo per visitare con calma l'intero complesso: l'oratorio, la chiesa ed il chiostro.

Voglio però aggiungere un piccolo contributo "originale" alla trattazione di "Dice che a Roma ...", sarà che questa chiesa a me richiama visioni angeliche (ma direi molto poco sacre, anzi piuttosto profane): se guardate in alto, nell'abside della chiesa, vedrete un bell'affresco che rappresenta la "Gloria di Tutti i Santi" dipinto nel 1630 da Giovanni Manozzi, affresco che fu subito indicato dal popolo come "Coro delle Angiolesse". Perchè tra i vari santi  si distinguono chiaramente anche degli angeli che sono , inequivocabilmente,  di sesso femminile. Altro che asessualità degli angeli!


Devo confessare che è con un grande sforzo di volontà che, scaduta l'ora a mia disposizione, abbandono la chiesa e torno alla realtà.

33 commenti:

  1. sono quelle vestite ?

    conosco questa chiesa... molto bella la passeggiata per arrivarci !
    così saresti un romano doc ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no, sono l'angioletta al centro, nuda, e quella un pò più in alto a sinistra. Entrambe sono chiaramente delle bambine!

      No, non sono un romano DOC, sono un immigrato dal Regno delle Due Sicilie :-)

      Elimina
    2. Premesso che in genere sono riservato e svelo poco di me :-), ti ricordo che il regno delle due sicilie era molto vasto e non limitato alla sola sicilia :-)

      Elimina
  2. In effetti questo mi era sfuggito, grazie! E a proposito di angeli-donna: nella chiesa di S.Eusebio ne troverai un'altra, che tra l'altro si dice abbia le sembianze dell'amata dell'autore (Anton Raphael Mengs) ;) un salutone e buone passeggiate nella nostra favolosa città!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, grazie a te per le molte chicche (alcune note, altre no) che il tuo blog regala.

      Conosco Sant'Eusebio, l'ho visitata non molto tempo fa mentre aspettavo che aprissero il cancello per accedere alla Porta Magica (o Porta Alchemica) di Villa Palombara, a Piazza Vittorio. L'affresco di cui parli è di almeno 100 anni posteriore al Coro delle Angiolesse, ma ugualmente interessante.

      Elimina
  3. angeli femmine... bella parentesi... conosco questo posto perchè anche io ci vado spesso nella pausa pranzo ma sono a primavera... lavorando a trastevere con la macchina ci metto 2 minuti.

    Mi piace fare queste piccole parentesi nella pausa pranzo... sembra di stare in ferie e fare le turiste nella propria città!!! fico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè due minuti proprio no (a meno che tu non sia Schumacher) ma da Trastevere in 10 minuti ci sei senza problemi. Lì vicino c'è anche San Clemente e poi Villa Celimontana. Poi da Trastevere ancora più vicino, oltre ovviamente al Gianicolo, c'è l'Aventino con le sue chiese ed il Giardino degli Aranci, ed il Roseto comunale ...

      L'unico problema di lavorare a Trastevere credo sia il parcheggio, se ti muovi in macchina.

      Elimina
    2. oddio anche io lavoro a trastevere... san clemente è anche unica! su quattro livelli...
      al giardino degli aranci ci andavamo a mangiare il panino nella pausa pranzo..bello, una terrazza unica, delle tante che abbiamo...

      Elimina
    3. ora ho capito perché non c'è uno straccio di posto per la macchina a trastevere, vedo che ci lavora-frequenta un sacco di gente!

      Elimina
    4. @nellabrezza: si San clemente è unica, anche se tempo fa ho scoperto una chiesa quasi simile a Salerno

      Elimina
    5. @Lorenzella: a trastevere è molto meglio arrivare con i mezzi, o cercare parcheggio un pò fuori dalla zone più trafficate

      Elimina
    6. io ci vado con il treno. in otto minuti e un euro e mezzo sono lì. nessun rischio di multe persino.

      Elimina
    7. sei fortunata che abiti vicino ad un punto di accesso all'anello ferroviario :-)

      Però non credo che da Trastevere andavi fin sopra al giardino degli aranci per mangiare un panino in pausa pranzo a piedi, non è proprio a due passi.

      Elimina
    8. no, mi ha portato leggerevolare, con la sua auto...finchè facevo l'orario lungo..siamo vicine di ufficio..

      Elimina
    9. vedi che c'era il trucco :-)!

      E comunque in primavera anche il roseto comunale è uno spettacolo incredibile! Poi all'interno del complesso di Sant'Anselmo c'è uno spaccio di prodotti dei monasteri che è meglio evitare ... per la linea. Per non parlare del palazzo dei Cavalieri di Malta (che non è facile visitare, ma merita), quello di cui fa parte anche il famoso "buco della serratura" da cui si può ammirare San Pietro. In effetti l'Aventino è pieno di meraviglie (faccio coming out ... anche io ho ceduto a suo tempo al fascino del colle e lì mi sono sposato, un sacco di anni fa)

      Elimina
  4. mattugguarda quanti romani so' spuntati ...!!! :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolicchi..mi sento quasi in terra straniera...

      Elimina
    2. @Nellabrezza: Tutte le strade, e molte vite, portano a roma :-)

      Elimina
    3. @Ele: in effetti sei in terra straniera, ma tranquilla, non serve il passaporto :-)

      Elimina
    4. Troppa grazia Old...io quasi quasi..ti lascio alle tue follower romane...bye..

      Elimina
    5. ma no dai ... sai di essere sempre la benvenuta, no? :-)

      Elimina
    6. ah ah...e guardacaso anche io mi chiamo ele...;-)))

      Elimina
    7. non è che siete la stessa persona con doppia personalità vero? :-), scherzo, sia chiaro!

      Elimina
    8. no...ele è la tua "follower" abruzzese, ed io ele-nellabrezza sono la tua "follower" romana...non l'unica comunque. qui c'è un sacco di concorrenza !!!

      Elimina
    9. concorrenza? ma no ... io sono sempre contento di interagire con persone con cui non entrerei mai in contatto, e scambiare opinioni.

      Elimina
    10. @Nellabrezza: Anche tu?Allora sei un "peperino"...non conosco mie omonime che non lo sono..:-)
      @Old: ma che ti sei bevuto?Doppia personalità?Non sarà che vedi doppio?troppa birra a una certa età..dopo una certa ora..ti ha fatto male...molto male...

      Elimina
    11. Old: attento! Qua diventiamo sempre più numerose...per te saran...cavoli amari!! hihihihih

      Elimina
    12. Io sono tranquillissimo, alla mia età (che oltre ad essere una "certa età" è anche abbastanza incerta) niente può più spaventarmi o preoccuparmi, sono oltre le cose materiali, ed anche quelle spirituali mi toccano ormai poco

      Elimina
  5. Ho visto le foto sul blog di dice che..e mi ha incuriosito...primavera è vicina..ci faccio un salto (da sola naturalmente)..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come ho già scritto :-), sempre meglio sola che male accompagnata :-)! E poi non mi risulta che da quelle parti ci sia una birreria decente!

      Elimina
  6. Se anche ci fosse...ti sei tirato indietro ricordi? No..mangerò un gelato...Ci andrò sola..non è detto che lo rimanga a lungo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francamente mi auguro che tu non lo sia mai! Lì vicino, proprio su via labicana, c'è Sciuri Sciuri, gelateria siciliana decente! :-)

      Elimina