giovedì 21 febbraio 2013

Andrea e Giulia - Finale

Volevo pubblicarlo domani, ma sarà una giornata complicata e probabilmente non potrò accedere al PC. Se lo avessi rimandato a lunedì qualcuno mi avrebbe definito (e non capisco perchè) sadico, e allora eccovi la terza e ultima parte.

__________

 
La mano sinistra di Giulia si muove verso la virilità del ragazzo che si intuiva sotto gli slip e l'afferra. Subito sul suo viso si dipinge incredulità e gli occhi di lei interrogano quelli di lui mentre dalla sua bocca esce un attonito

"ma ...."

Lui la guarda arrossendo, poi abbozzando un sorriso risponde

"Lo so, avrei dovuto dirtelo, ma ho pensato che tanto avevamo deciso che niente sarebbe successo tra noi. Ed anche oggi, credevo che tu non ti saresti presentata"

Lei resta ferma, perplessa e meditativa. Intanto rivive i momenti appena trascorsi, il piacere arrivato naturalmente, grazie ai baci del ragazzo, come mai le era accaduto prima. Guarda il corpo scolpito di di Andrea, i suoi pettorali, il viso regolare con la barba che già comincia spuntare dalla pelle candida. Pensa alle lunghe chiacchierate, alle miriadi di sms e di mail scambiate, agli abbracci rubati nei pochi momenti vissuti insieme. Pensa al suo ragazzo, che mai avrebbe creduto di poter desiderare meno di Andrea, ma che mai l'ha fatta sentire così donna, e pensa alla assurdità dell'intera situazione. Poi  mentalmente si interroga su cosa vuole, e la risposta   esplode chiara e precisa nella sua mente. Come scossa dalla rivelazione, continua a fissare Andrea, gli sorride e poi esclama

"Oh, al diavolo, io voglio te"

e senza nessuna esitazione abbassa gli slip del ragazzo, mette da parte la protesi di silicone che simulava il rigonfiamento inguinale e affonda il suo viso sul suo pube,  cercando l'unico elemento femminile ancora presente sul quel corpo di uomo, decisa a dare anche a lui l'agognato piacere 
 

27 commenti:

  1. Ecco..lo dicevo io..uomini così non ce ne sono.Peccato.:-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono d'accordo....devi essere più ottimista U.U
      Morbidi. :)

      Elimina
    2. @Ele ... concordo con Elefanti ... sii più ottimista :-), mai dire mai

      Elimina
  2. Lo sapevo...fra le tante possibili soluzioni....XD
    Morbidi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo sapevi ma non l'avevi citata ... però ci eri andata vicina lo ammetto

      Elimina
    2. Già....comunque di a questo Andrea dentro al racconto che al giorno d'oggi può farsi operare e salutare la protesi....ciao ciaooo! :)
      Morbidi.

      Elimina
    3. Guarda che la cosa non è così semplice, ad oggi da quel lato las cienza non h aancora fatto abbastanza progressi, ed i risultati ottenibili sono in genere insoddisfacenti.

      Tanto e vero che la maggior parte di coloro che fanno la transizione FTM si fermano a mastectomia, isterectomia ed ormoni maschili e non vanno oltre. D'altronde, perfino la legge non richiede altro per certificare anagaficamente il cambio di genere.

      Elimina
  3. È un bel finale.

    Bacio e buon venerdì!

    RispondiElimina
  4. ma perchè non usare la protesi, dico io ?

    una certa prontezza questa giulia... di fronte ad una rivelazione schock. non percettibile in alcun altro modo ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le protesi non sono molto funzionali, molto spesso ci si ferma a quel punto.

      Bè ... Giulia di certo è una ragazza molto sveglia, e decisa! :-) ... a me sta molto simpatica

      Elimina
    2. non saprei dirti riguardo alle protesi... mai provate.

      più che altro è decisa a far sesso, non importa il sesso di chi ha davanti, mi sembra..

      no, se vado con un uomo, pensando che sia un uomo, avere davanti una donna mi farebbe desistere, sicuramente !!

      Elimina
    3. ma lui E' un uomo, solo che non ha pene. Io se andassi con una donna lo farei perchè ho un feeling particolare con lei, e francamente quello non credo sarebbe un problema fondamentale. Poi certo bisognerebbe vedere alla prova dei fatti

      Elimina
    4. se scelgo un uomo mi aspetto, pur tenendo al minimo le aspettative ok, perchè oggi si devono tenere le aspettative non al minimo, ma più basse ancora, mi aspetto almeno solo che ce l'abbia, il pene.
      sennò esco con le amiche che sono veramente moolto più divertenti degli uomini. con o senza fa una differenza.
      naturalmente non scelgo un uomo solo perchè ha quell'appendice, però una volta stabilito che è interessante, intelligente, spiritoso, e generoso, e identicamente proiettato in questa cosa, beh, almeno che ci sia del sano divertimento fisico penso sia del tutto legittimo no?

      Elimina
    5. non capisco in generale perchè, per avere del sano divertimento fisico, il pene sia essenziale :-), nel mio racconto Giulia prima di decidere rivive i momenti appena passati ed evidentemente conclude che è stata benissimo anche senza :-)

      Elimina
    6. ... disputandum non est ! :-)

      Elimina
    7. sempre uguali voi ....sempre l'ultima parola volete avere.

      tuttavia il mio atteggiamento è il più logico, dovresti ammetterlo...

      Elimina
    8. di certo a me piace avere l'ultima parola. Non posso dire se il tuo atteggiamento sia il più logico, perchè certe situazioni sfuggono alla logica a favore della irrazionalità (i sentimenti sono irrazionali), forse il tuo atteggiamento è il più "normale", ma non è detto che sia un complimento :-) anche se la "normalità" è tranquillizzante!

      Elimina
  5. bello! Provocatorio, libero e un po' da favola. O da favola sociale, meglio.

    Mille sbaciucchiamenti e abbracci!!!
    (e punti esclamativi, pare :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lieto ti sia piaciuto, ma potresti evitare questi atteggiamenti da ggiovani :-) ... tu lo sei, ma io no!

      Elimina
  6. beh..concordo con nellabrezza..così,a caldo,è una decisione presa molto velocemente..boh..d'altronde è un racconto. Magari a freddo,dopo un pò di tempo,ripensando a tutto quel che s'è vissuto,si può decidere.Così a caldo su due piedi..beh..sarebbe quantomeno una rivelazione molto forte.Se non spiazza come minimo non ti butti a capofitto in...e non è questione di esser normali,secondo me.Quando qualcosa ti sorprende ti sorprende e certe sorprese ti bloccano la scelta.Poi è un racconto e m'è piaciuto molto:-)però mi piace trovarvi spunti per parlar anche di altro..nel tuo blog si può..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, è un racconto :-), mica potevo trasformarlo in romanzo.

      Nel mio blog è permesso tutto tranne il turpiloquio ed il litigio :-), e sono a malapena tollerati atteggiamenti da ggiovani (Lorenzella è avvisata! :-))

      Elimina
  7. Old..hai follower giovani..mica pretenderai atteggiamenti da vecchi?Qua l'old sei tu..mica noi..Racconto era per dir che forse la mia era una risposta troppo seria a un argomento che non lo era poi così tanto..anzi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero ... a volte dimentico la mia vera (e vetusta) età!

      Concordo sul fatto che, in un mondo reale, a fronte di una simile (ed inaspettata) rivelazione, sarebbe stata più logica una sorpresa più accentuata ed una riflessione più lunga. Mi piaceva l'idea di chiudere idealmente il racconto con una azione che sott'intende la battuta finale (detta a fronte di una rivelazione simile) di un capolavoro di tanto tempo fa: "nessuno è perfetto"!

      Elimina
  8. Ma guarda che a me il finale con sorpresa è piaciuto molto.A me ma anche alle altre,da come hai potuto leggere.E nei racconti tutto è ammesso..poi nella vita mai dire mai giusto?:-)Se smettessimo di immaginare che almeno nella nostra mente qualcosa è possibile...sarebbe una gran brutta fine..La mia era una risposta troppo seria,chiedo venia.

    RispondiElimina