giovedì 3 gennaio 2013

Ernest e Celestine

E' possibile l'amicizia tra un orso e una topolina, diversi in tutto ed appartenenti a  due mondi (il mondo di sopra ed il mondo di sotto) complementari? Questa è la domanda cui prova a dare una risposta   questo poetico film di natale, sceneggiatura di Daniel Pennac da  dei racconti di Gabrielle Vincent, disegno quasi etero, colori pastello, musica perfetta e voci dei protagonisti all'altezza.



Cosa ci può essere di più innaturale di un incontro come questo? eppure, dietro la apparente diversità dei due protagonisti, c'è un forte elemento in comune, la voglia di non uniformarsi, la voglia di vivere la propria vita contro tutti e contro tutto, quella che spinge Celestine a rifiutare di diventare dentista per poter dipingere  e disegnare, e Ernest a non seguire la carriera da giudice del padre ma a fare il clown ed il musicista di strada. Un film sul libero arbitrio e sulle scelte individuali che può appassionare i piccoli e dovrebbe far riflettere un pò i grandi

2 commenti:

  1. Devo vederlo..e farlo vedere, non so se la mia nipotina capirebbe..troppo piccola..Ma il messaggio che ne vien fuori mi piace:-) e mi piacciono i film d'animazione che non sembrano troppo fatti al computer...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se la tua nipotina ha più di 3 anni lo apprezzerà per la storia e per il tono molto delicato. Il messaggio? quello arriva molto più a fondo di quanto possiamo immaginare, ai bambini.

      Elimina