giovedì 10 gennaio 2013

Ancora elezioni

Poi, prometto, non  ne parlo più. Anche perchè sta iniziando un bombardamento di editti e proclami  che io per primo voglio arginare. Però più ci penso, più mi sembra abbastanza inutile andare a votare alle prossime politiche. Al di là delle dichiarazioni più o meno agguerrite dei vari leader politici, è abbastanza chiaro che la coalizione di centrosinistra si attesterà sul 40%, il PDL con la Lega sarà al 20%, il M5S ed il centro di Monti al 15% ciascuno. Il resto si disperderà, forse con un ritorno in parlamento della sinistra che ora si è tinta di verde arancione.

Anche se il  centro sinistra raggiungesse la maggioranza al Senato, non sarebbe così forte da poter governare da solo, soprattutto se dovrà fare altre azioni significative, ed avrà bisogno di un alleato. E l'unico alleato possibile, per similitudine sui programmi, sarà il centro di Monti. Il quale Monti, da sconfitto (o se preferite ... da non vincente) non può chiedere di guidare il prossimo governo, ma può chiedere, ed ottenere, di avere un ruolo di "garanzia", che testimoni anche verso l'europa la serietà del nuovo governo, facendo il Presidente della Repubblica.   Fantapolitica? Ne parliamo a fine febbraio.

Nessun commento:

Posta un commento