venerdì 9 novembre 2012

Dice che a Cetara ...

Ridente borgo marinaro della costiera salernitana, hanno portato a nuova vita il Garum dei Romani, anzi dei popoli orientali da cui i Romani lo copiarono, ai tempi delle guerre puniche. Infatti pare che i popoli del nord africa utilizzassero  un condimento ricavato dal pesce lasciato macerare insieme a spezie ed altri aromi per condire ed insaporire le carnie e le verdure, e che tale condimentovenne poi importato a Roma  e si diffuse a  partire dal II secolo a.c., tanto che sono state ritrovat emolte anfore con sopra dipinto il tipo di garum che contevano (se ricavato da alici, tonno, sgombro, murene o addirittura ostriche) e l'anno di produzione.


Poichè da sempre il pesce azzurro è considerato un pesce povero, è quello che più spesso rimaneva al pescatore dopo che aveva venduto il pescato più pregiato. I pescatori nel tempo cercarono un modo di conservare il pesce azzurro il più a lungo possibile, per i mesi di magra, riponendo il pesce privato della testa e delle interiora in barili, alternandolo con del sale, e ponendo sopra al tappo della botte un peso che comprimendo il tutto spingeva verso il basso il liquido in eccesso che poi colava attraverso le fessure delle doghe.


Ad un certo punto, invece di limitarsi a pulir via questo liquido, qualcuno  ha pensato di raccoglierlo e filtrarlo, dando origine alla colatura di alici attuale , con la quale si può condire la pasta (rigorosamente lunga: spaghetti, linguine o tagliatelle) cotta precedentente in acqua non salata, ma anche per insaporire piatti a base di pesce o di verdure.

(Immagine presa dal WEB)

4 commenti:

  1. Questo piatto di pasta è invitantissimooo!Vade retro..devo star a dieta!! Cetara l'ho sentita nominare ieri mattina in apertura del tg..o forse era giovedì?mmm sì..giovedì.Non ricordo per quale manifestazione..ma avevan parlato anche della colatura(?)di alici...particolare..devo vedere se riesco a trovarla in qualche negozio specializzato..:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so se si trova nella tua remota provincia, ma da Eataly qui a roma c'è di sicuro! E tempo fa a napoli la cuoc adi un ristorante tipico era moltofiera della sua ricetta che prevedeva (contrariamente a quanto viene consigliato) di ripassare la pasta in padella.

      Elimina
    2. Beh..nella remota provincia dove vivo forse no..ma non ci giuro perchè ci son negozietti carinissimi dove ho trovato sfiziosità che a Roma possono solo sognare..Ma se tornerò a Roma proverò a vedere nel mio negozio di fiducia..Eataly è un pò fuori mano per me..ma..mai dire mai..(di certo non ci andrei solo per la colatura di alici).Ripassare la pasta con la colatura,in padella?Beh..forse dà più sapore..interessante..

      Elimina
    3. non so, dovrei provare, lei aggiungeva anche dei pomodorini mi pare. Ma non l'ho mangiata quindi ... relata refero!

      Elimina