giovedì 27 settembre 2012

Tango

L'altra sera ero all'Auditorium di Roma per una manifestazione enogastronomica ed uscendo,  notato che nella Cavea c'era ancora gente nonostante l'ora tarda, mi sono fermato a curiosare. Ho scoperto che come coda di uno spettacolo nell'ambito del Festival del Tango, era in corso una milonga (ovvero un momento di ballo collettivo) con l'accompagnamento del quartetto argentino che si era appena esibito, ed ad un certo punto ho assistito anche ad uno stupendo fuori programma da parte di alcune coppie di ballerini professionisti.

E così ho ricordato quando, anni fa, avendo sentito parlare del tango come "ballo non ballo" avevo cercato di capirne di più frequentando per un paio di mesi una delle tante scuole che esistono a  Roma. Io, che non ho mai amato i balli (sarà che sono assolutamente disarmonico, sarà che non ho mai avuto compagne che amavano il ballo ed in genere si balla in due).  Non è detto che sia riuscito a capirne di più (ed è certo che non ho imparato a ballare il tango, purtroppo), ma una cosa da allora mi è chiara: il tango è un mezzo per vivere emozioni profonde in due. E nel tango, c'è chi guida e chi si fa guidare. Ma solo se chi guida sa guidare, e se chi è guidato sa farsi guidare (fidandosi di quello che gli viene trasmesso), solo allora quell'insieme di passi, di figure, di movimenti diventa tango, e solo allora il tango diventa emozione.

C'è chi dice che chiunque può ballare il tango, ma questo non vuol dire che tutti lo possono ballare. E c'è chi dice che non c'è bisogno di avere una partner per ballare il tango. Ma io credo che se ballare tra sconosciuti può avere il suo fascino inclusa l'emozione della reciproca scoperta, ballare il tango insieme ad una persona con cui si stabilisce una profonda empatia può generare emozioni incredibili. Ed alla fine sono quelle che credo sia più importante vivere, sentire, ed offrire.

Il video che segue a me piace molto anche se, me ne rendo conto, non è molto allegro. Ma in fondo c'è chi sostiene che il tango sia un pensiero triste che si balla.

20 commenti:

  1. Prova a ballarlo invece con un compagno. ;-)
    Il tango ha dietro di sé tutto uno stile di vita e di filosofia pazzesco. Mi hai portato alla mente tanti bei ricordi ed il video è molto bello. Grazie! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda io non avrei nessun problema, se trovassi il compagno adatto

      Elimina
  2. voglio ballare il tango con Joaquin Cortès..........:) ...tranquillo.., non te l'avrei mai chiesto., perche' so che cosa mi risponderesti.......che non hai piu' l'eta' :(
    ..............mi piacerebbe molto ballarlo....ma mi accontenterei di essere anche spettatrice.., credo che trasmetta emozioni solo a vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda, è vero, vederlo ballare ad un certo livello (il che implica anche da persone con il giusto phisique du role, ed ammetto che i professionisti ... e le professioniste :-) ... che ho visto esibirsi lo erano) è uno spettacolo affascinante e ti fa venir voglia di farlo ... poi smetti di sognare e lasci perdere :-)

      Elimina
    2. se velatamente, volevi insinuare qualcosa....ti avverto: oggi mordo!!!!!! ò:ò

      Elimina
    3. per carità, mi riferivo a me, non ai lettori di questo blog

      Elimina
    4. ok......:) niente morso!!! *:*

      Elimina
  3. W. Allen ha detto che il ballo è l'espressione verticale di un desiderio orizzontale..nel tango..credo lo si possa veder espresso al meglio..si puó quasi "sentire"..si trasmette..come una vibrazione..Beh se i tangheri lo fan con passione..e nel tango la passione dovrebbe essere la conditio sine qua non. Io son negata..non ho molto senso del ritmo e non so se con una "guida esperta" riuscirei a far qualcosa.. :-) Peró mi piace guardar chi balla..specie se riesce a trasmettere emozioni..Un altro ballo che mi piace molto è il flamenco..la mia tata spagnola da piccola provó a insegnarmelo..sapevo muovere e "battere"i talloni..forse perchè avevo fatto "pratica"con i capricci? ehehehe..Ahhh..se fossi riuscita..chissà..magari avrei ballato con Cortés;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai perso una occasione ... forse :-)!C'è senz'altro molta sensualità nel tango (sarà per questo che non lo ballo?!!! :-))

      Elimina
    2. Più di una occasione..ho perso..secondo la tata avevo la stoffa per ballarlo..i miei han preferito tornar in Italia..e io ho perso il flamenco,il tedesco e..il figlio simpatico della tata..Oltre alla possibilità,per quanto remota,di ballare con Cortés...:-)Sensualità?Mah..forse..come per altre cose..ci vuole il partner giusto,come ti han già detto:-)

      Elimina
    3. Ah!Dimenticavo..giusto ieri in via Ottaviano,ho trovato un piccolo manifestino pubblicitario per lezioni di tango..Il maestro però non mi sembrava granchè avvenente...ehehehe

      Elimina
    4. Credo che la sensualità sia insita nel tango molto più che in altri balli. Poi è sempre vero che si balla in due, e che è importante stabilire un feeling con il partner, però la mia personale visione è che il tango si aun ballo molto sensuale e ... carnale

      Elimina
    5. ovvio, è solo una sensazione perchè io non l'ho mai veramente ballato. E mai lo ballerò ormai :-)

      Elimina
    6. Ormai?E perchè?Sì che sei Old..ma..non era Al Pacino che ne ballava uno in un noto film?Puoi sempre provare...Ps: beh..prima devi imparar com'è essere sensuali...

      Elimina
    7. Al Pacino ballava il tango nel remake di Profumo di donna ... ma lui è Al Pacino. Ho provato, come ho detto, ma mi mancava la partner giusta. Mi limito a gaudarlo ormai.

      Sarà un caso che l'unico che ha commentato il video è un maschio?

      Elimina
    8. Visto?Allora non è mancanza di sensualità tua,quanto difficoltà nel trovare la partner giusta..E se seguissi il consiglio di cui sopra?:-)Al Pacino è pur sempre un uomo..Caso?Forse no..

      Elimina
    9. Eòe ... sai bene qual è la risposta ... non ho più l'eta per trovare òa partner giusta! :-)

      Elimina
    10. Ok..ok..non hai più l'età..non hai più l'età..Uè sarai mica Gigliola?PS: la difficoltà a trovare il partner giusto si ha ad ogni età..guarda che si son inventati anche i corsi..per trovarlo...chissà se ne hanno inventato uno per..la manutenzione del partner:-)ehehehehe....Scusami..ho esteso il termine "partner" ad altro ambito..

      Elimina
    11. la manutenzione è una cosa compolicatissima, lo so :-(

      Elimina