mercoledì 19 settembre 2012

Sexting

Non conoscevo questo termine, che apprendo essere un neologismo derivante dall'unione di due parole inglesi, sex (sesso, ovviamente) e texting (ovvero pubblicare) e consisterebbe nella pratica di inviare immagini sessualmente esplicite o testi inerenti al sesso attraverso internet e posta elettronica.

Pare sia una pratica abbastanza diffusa tra gli adolescenti ,che esplorano la propria sessualità chiusi nelle loro stanze e collegati con il resto del mondo via internet. Di certo è una pratica molto diffusa tra gli adulti, vista la quantità di chat  a sfondo erotico e di siti associati la cui pubblicità affolla molte caselle di mail (e se c'è offerta vuol dire che c'è domanda).

Solo che capisco molto di più la chat (dove si mantiene il proprio anonimato e perfino io potrei sostenere di essere un giovane trentenne palestrano e superdotato) che non lo scambio di immagini, dove la dura e cruda (nonchè ... nuda) realtà viene rivelata. Insomma, se proprio uno deve fare del sesso telematico, non è molto meglio limitarsi alla parola, lasciando ampio spazio alla immaginazione ? (a meno di non esssere appunto dei superfighi, ma quelli in generale non hanno bisogno delle chat per provare una qualche emozione di quel tipo).

Adesso scusatemi, ma scappo ... vado a fare un po di sexting :-)

14 commenti:

  1. serio o provocatorio? Perché sembra, a leggere questo post, che si vada a letto, o sia eccitante pensare di, solo con "superfighi" e un Old Man non può non sapere che non è affatto così. Ci sono volte in cui le chat sono penose e altre in cui una foto, mandata per gioco, poco esplicita e poco da modella, lasci un qualche fuoco, una qualche passione, anche tempo e tempo dopo. La mente umana è una cosa complicata e con essa molti aspetti mentali. La sessualità, l'eroticismo ne fanno parte, secondo me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, no, volevo solo sottolineare che, a mio avviso, le foto esplicite non necessariamente sono intriganti, e spesso non aggiungono niente, anzi rischiano di togliere qualcosa ad uno scambio di opinioni, anche quelli erotici (gli scambi di opinioni intendo). Ma io sono uno di quelli che crede molto (per convinzione o per convenienza :-)) al valore dela parola scritta. Tu citi foto poco esplicite, e su quello posso darti anche ragione in quanto lasciano comunque spazio alla fantasia, mentre credo che il sexting si riferisca a foto mooolto esplicite

      Elimina
  2. Tra i giovani dove il testosterone è a mille,non mi stupisco.Le ragazze lo sanno,sanno che "piace" e si divertono..Per loro il "vedere tutto e subito" è quasi d'obbligo. Quando si cresce,si cambia. E la fantasia più dell'evidenza esplicita,riesce ad accendere molto di più.Sai Old,io penso che anche i superfighi,messi a nudo,davanti a una videochat,diventino molto poco "evocativi".
    Sul potere evocativo della parola io credo,perchè credo che l'immaginazione sia potente.Ad ogni modo questo genere di chat non mi interessa..se proprio devo,preferisco conoscere gente di persona..avrei,se non altro,un ricordo non "scritto" ed "etereo" ma fatto di suoni,colori,immagini,odori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vabbè ... ma così è troppo facile ... ed il fascino dell'ignoto, del mistero, dove lo metti? Poi in chat puoi associare con la fantasia i dettagli che preferisci, modellarti l'altro (o l'altra) ad immagine e somiglianza dei tuoi desideri.

      E poi non puoi fare paragoni tra virtuale e reale, sono due mondi diversi con sensazioni diverse. Senza trascurare il fatto che il virtuale annulla le distanze, io potrei fare sexting con una persona che sta in Cina, e che mai potrei incontrare nella realtà!
      Già, chissà se in Cina è permesso fare sexting :-)!!!

      Elimina
  3. Mah...Old..è proprio per quel che hai detto tu,che preferisco il reale.Immaginazione,fantasia,quel che vuoi..posso dirti di essere alta,una strafiga bionda,e ok. Posso immaginare il mio interlocutore,come quando immagino i personaggi dei libri che leggo.Ma come per la trasposizione del libro in film, così è il passaggio dal virtuale al reale: non sempre,poi,ci piace quel che vediamo.So di tante storie nate e vissute per anni,morte nell'istante che si son visti di persona.Ma poi,ovviamente,tutto dipende dal perchè si va in chat e da cosa si cerca.Se vi si cerca un passatempo che non si vuole trasporre nel reale,ok.Il fascino dell'ignoto,il mistero..secondo me lo si conserva anche di persona. Non è con un solo incontro e alle volte neppure con una relazione di anni,che si riesce ad esaurire il mistero dell'altro.Il modellare l'altro a seconda di quel che mi piace,è deleterio.A meno che,come ho detto sopra,non si va in chat per puro scopo ludico ricreativo e da entrambe le parti non c'è alcun altra intenzione.Io non intendevo fare paragoni.Volevo lasciar intendere che,per me,il virtuale ha dei limiti,e che allo scambiarsi immagini sexy o ammiccanti,preferisco l'incontro reale. Vuoi mettere?L'incontro che ti accende?Vuoi mettere il calore di uno sguardo che non ti aspetti,che non ti immagini,ma che è vero?Può rimanere lì,può fermarsi ed essere solo uno sguardo,un sorriso appena accennato.Ma ne hai il ricordo.Del virtuale,ahimè,hai un ricordo che non sai se è interamente frutto della tua immaginazione.No,Old,ci sono passata,li ho avuti anch'io vent'anni e le chat erano appena agli albori.E preferisco,il reale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma Ele, chi fa sexting NON ha nessuna intenzione di passare al reale ... ecco perchè a quel punto meglio lasciare più spazio possibile all'immaginazione :-)

      Elimina
    2. ok..resetta tutto...ho esteso un pò troppo il discorso...si vede che son d'altri tempi..io...

      Elimina
    3. non mi dire che sei addirittura più vecchia di me ..!!!! Non ci potrei credere! :-)

      Elimina
    4. Old...e se ti dicessi che son più vecchia di te?:-)Ps:scusa la mia enorme ignoranza..ma..il sexting,quindi,è solo un inviare messaggi e foto tout court?Così..tanto per? O può essere assimilato al "sesso virtuale"?Scusami eh..è che non ne so niente..te l'ho detto..sò d'altri tempi..

      Elimina
    5. non sono un esperto di Sexting (in che non necessariamente implica che io sia esperto di sesso virtuale :-) ... ah, se la mia tastiera potesse parlare ...) però credo che, essendo principalmente praticato dai giovani (ovvero quelli che più di altri possono mostrarsi). sia molto più immediato del sesso virtuale.

      Elimina
    6. Più immediato del sesso virtuale...A quanto ne so io..(teoricamente eh...molto teoricamente...ehehehe)il sesso virtuale annovera anche mezzi per inviare immagini..foto..Insomma..siam lontani dal sesso al telefono..Ma,mi chiedevo,'sto sexting..può essere assimilato al sesso virtuale,per quanto riguarda le "finalità",cioè il perchè lo si fa?ecco..mi si sta accartocciando il cervelletto..Insomma,finiamola così,sexting è il nuovo modo di definire il sesso virtuale.Ho capito bene?

      Elimina
    7. io ne capisco ancor meno di te, ma direi che mentre nel sesso virtuale pesa di più la parola, e poi eventualmente (ma non obbligatoriamente) c'entra anche l'immagine, il sexting è più un mostrarsi.

      Però francamente sull'argomento devo ancora studiare ... e soprattutto fare molta pratica :-)

      Elimina
  4. ahhhhhhhh...volevo dire "morti nell'istante in cui si son visti"...ahhhhhhhhh...ho scritto una cacofonia sgrammaticata..oddiooooo...:-(

    RispondiElimina