martedì 7 agosto 2012

Poliamorismo

Tempo fa (in effetti tanto tempo fa, quando ancora potevo illudermi di non essere vecchio) conobbi una ragazza che si definiva poliamorica. La sua filosofia di base, in fatto di amore, era che lei aveva così tanto amore da dare che una singola relazione non sarebbe mai stata sufficiente ad assorbirlo tutto, per cui era costretta a vivere contemporaneamente più amori (tra l'altro consapevoli, i suoi amori, di non essere gli unici, pur essendo unici).

Quando ne discutemmo, io le dissi che secondo me la sua scelta poliamorica dipendeva dal fatto che non avesse (ancora?) incontrato il suo grande amore, perchè il grande amore ha una capacità di assorbimento illimitata. E che poichè (giustamente? ma questa domanda meriterebbe un post a parte) lei non intendeva aspettare inerte questo grande amore, nel frattempo si "accontentava" di amori "normali", e quindi con una "normale" capacità di assorbimento (ma anche di erogazione, perchè le cose sono ovviamente reciproche) di amore.

Con il tempo ho poi capito come la sua filosofia fosse molto più concreta e realistica della mia. Perchè è vero che quando si incontra il grande amore questi assorbe tutto ciò che riusciamo a generare,  ma questa situazione ideale non dura in eterno, ma solo nella cosiddetta fase di innamoramento (fase che può durare pochi mesi, ma anche anni), che prima o poi finisce. Ed a quel punto ...si rischia di accumulare dentro di se dell'amore che il partner non riesce ad assorbire, e con questo una insoddisfazione crescente apparentemente immotivata. Ma quello è il grande amore, come si fa ad aprire una succursale? come si fa ad applicare una valvola di sicurezza per impedire alla pentola a pressione di esplodere? Ovviamente non ho una risposta, se l'avessi ci scriverei su un libro!

22 commenti:

  1. Bello questo post..Da piccola(cioè un decennio fa circa..)credevo nel "grande amore".Poi mi son convinta che non esisteva e poi è arrivato.Solo che non è come te lo aspetti.E non è "perfetto".Lessi qualche mese fa,in una rubrica settimanale,la storia di una lettrice che aveva scoperto che per la vita occorrevano tre persone.Una per ogni tipo di affinità.Perchè non ne esiste una capace di racchiuderle tutte.Per lei erano tre,per altri,magari son di più.Io non so..mi affascina questa cosa della capacità di assorbimento dell'amore.E' vero,dopo la fase di innamoramento le cose cambiano.Io dico che l'amore non è meno amore è solo diverso,non direi maturo(come lo definiscono alcuni psicologi)ma diverso,meno disincantato..meno vorace..meno boh..Io non ho,finora, la necessità di dare amore ad altre persone.Quel che ho è giusto per la persona con cui sto.Giusto nel senso di sufficiente,cioè ne ho quel che basta per amare una sola persona.Però ho tanto altro amore dentro,un amore diverso.E posso riversarlo su altre persone,come amici,i veri amici,per i quali soffro se soffrono e gioisco se sono felici,la mia famiglia (sono legatissima alla mia famiglia) oppure verso quelle che altri chiamano "passioni".La risposta alle tue domande non ce l'ho,mi vien in mente un libro che ho studiato all'università, il resoconto delle interlocuzioni pedagogiche del mio prof pedagogista,in esse ho trovato mille sfaccettature dei rapporti di coppia..Forse,per alcune..il grande amore può avere succursali..può avere supplenti temporanei o un ancoraggio esterno che dà linfa al grande amore..anche se questo non lo sa.Non so come evitare che il grande amore esploda..le valvole servono..forse,serve una piccola via di fuga,uno spiraglio aperto.Forse non ci si deve chiudere l'uno con l'altro..Non so..Bella riflessione:-)

    RispondiElimina
  2. Ehm..scusami..mi lascio andare quando commento..un pò troppo forse..scusami..

    RispondiElimina
  3. Si, ho notato che sei leggermente logorroica :-), almeno nella scrittura, ma i blog sono fatti per scriverci, quindi va bene così. Specie se questo serve a dar eun pò di respiro al tuo uomo swiffer

    Io francamente non credo che il grande amore abbia bisogno di succursali, ovvero se ne ha bisogno, forse è un segnale di pericolo. Solo che spesso è un segnale inutile, perchè non si può andare dal partner e dirgli "scusa, mi daresti un pò più di amore", non si ama a comando, e così si diventa prigionieri di un circolo vizioso, da cui non si riesce ad uscire.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Eh..Old..in verità sono logorroica anche quando parlo..Ma so stare anche zitta in silenzio..Sulle succursali ecc.io non ne vedo il bisogno,ma magari altri sì..quindi non saprei..I segnali di pericolo,per me, sorgono un pò prima delle succursali..No,non si può andare dal partner e chiedergli più amore o altro..ognuno ama come può,come sa e come si sente.Quando questo non riempie il rapporto ma lo svuota,allora sorgono problemi.E comunque,l'amore,da solo..non basta.Ps: grazie, Swif ha tanto spazio per sè..il blog e i blog che seguo sono uno spazio, il solo,che io mi ritaglio..per me.E meno male..altrimenti lui soffocherebbe..Scusami,sarò più concisa,o almeno ci proverò.

    RispondiElimina
  6. quando parlavo di segnale di pericolo mi riferivo al bisogno di una succursale, non all'apertura della stessa (a quel punto credo si sia già ... oltre).

    No, certo che l'amore non basta, direi che è qualcosa di necessario anche se non sufficiente.

    Comunque mi piace questa mia (presunta) saggezza che richiama la gente di Bocca di Rosa di De Andrè

    RispondiElimina
  7. Se scrivessi quel libro avresti un successo enorme. E tanti soldi.
    Purtroppo gestire l'Amore in modo speciale e unico è così difficile che spesso e volentieri si fallisce.

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o forse è inevitabile fallire o accettare compromessi e... accontentarsi?

      Elimina
    2. Dalla mia esperienza personale posso dirti che ho accettato qualche compromesso ma alla fine ho preferito fallire. E da lì ricominciare daccapo.

      Un abbraccio

      Elimina
    3. io di compromessi ne ho accettati troppi, e comunque alla fine ho fallito anche io ...

      Elimina
  8. anche io sono come la tua amica....solo che il mio amore non lo vuole nessuno!
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. francamente mi riesce difficile da credere, vista la fame di amore che vedo in giro. O anche di affetto. Ad ogni età. A proposito di età, mi hai dato lo spunto per un post, grazie :-)

      Elimina
    2. in giro c'è tanta fame di amore ma poi tutti hanno paura di confrontarsi con l'altro sesso e sentirsi in gabbia. Ora come ora tutti vogliono il free love, o essere trombamici. Sesso e amore ma senza un vero impegno.

      Elimina
    3. e cmq non sai cosa darei io per avere magari una notte si sesso sfrenato/appassionato/pieno di amore magari con qualcuno che non mi interessa realmente....ma al mattino dopo mi piacerebbe svegliarmi sapendo che io mi ricordo tutto ma che l'altro non abbia la più pallida idea di cosa sia successo, in quanto tutte le volte che ho voluto sperimentare il sesso senza amore l'altro si è sempre innamorato. Sob

      Elimina
    4. però Miranda leggo nelle tue parole una contraddizione: nessuno ti vuole, ma poi "tutte le volte che hai voluto sperimentare il sesso senza amore l'altro si è sempre innamorato" ... allora non è vero che nessuno ti vuole, o ti vuole pe runa sola notte ...

      Elimina
    5. sull'impegno ... secondo me non può essere una condizione "sine qua non", specie da adulti, ritengo normale una frequentazione che non abbia una finalità precisa e che poi nel tempo può consolidarsi. Ovviamente niente a che vedere con l'Amore, quello che fa volare, quello che se capita ... capita, al di là della nostra volontà. Ma visto che capita, quell'Amore può anche non capitare ...

      Elimina
  9. il mio sesso senza amore risale a circa 15 anni fa'. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè ... forse sarebbe il caso di riprovarci :-) ... sia chiaro non mi sto proponendo :-) ... per tutta una serie di motivazioni che non è il caso che renda note Urbis et Orbi, io sono definitivamente fuori concorso :-)

      Elimina
    2. oldddddddddddddddddd secondo me lo dici per depistarci........aahahahahah magari sei uno strafigo da paura e non vuoi rivelarlo!
      Old..mi metti allegria:) grazie! e' un periodo di m.....ma leggerti mi risolleva! il tuo blog e' terapeutico! :)

      Elimina
    3. non lo dire troppo ad alta voce, perchè altrimenti io rischio una denuncia per esercizio abusivo della professione medica, e tu rischi di trovarti nella posta una mia parcella :-)

      Ahimè, Annastella, non ero uno strafigo (ma neanche un figo) quando ero giovane, avevo i capelli e non facevo concorrenza alle donne in stato interessante. Di certo non sono migliorato con l'avanzare degli anni. Ormai l'unico organo che mi funziona decentemente, non senza qualche inevitabile defaillance, è il cervello! :-)

      Elimina
    4. hai detto poco....al giorno d'oggi a parte il fisico messo male l'uomo medio ha completamente perso il cervello.

      Elimina
    5. dai Miranda, non essere così negativa ... nonostante tutto io ho una discreta stima dell'uomo medio (ho detto discreta, non enorme :-))

      Elimina