mercoledì 11 luglio 2012

Tirare la corda

C'è sempre il rischio di tirare troppo la corda, nell avita,  solo che è difficile valutare correttamente questo rischio. Così si deve navigare  a vista , e sperare di cogliere in tempo i primi segnali di cedimento.

Da un pò io sto tirando la corda, e per ora non vedo questo rischio, ma sono ugualmente preoccupato, a volte tutto sembra andare normalmente  e poi, quando meno te lo aspetti, ti ritrovi con il sedere per terra ed un pezzo di fune in mano. forse dovrei prendere in considerazione l'idea di ridurre un pò la tensione. Saprei anche come fare, ma è una strada che, per altri motivi, mi rifiuto di percorrere.

Speriamo bene ...

12 commenti:

  1. ..portati dietro un accendino..così dai fuoco alla corda ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meglio una torcia magica per poter vedere il futuro. O almeno intravederlo ...

      Elimina
    2. eh..ma l'accendino lo trovi con facilità e dappertutto,la torcia magica un pò meno..se vuoi chiedo alla mia nipotina se ne ha una di riserva...:-)

      Elimina
    3. ecco, magari puoi metterci una buona parola :-)

      Elimina
  2. rilassati e bada alla salute: orma c'hai una certa età :)))
    mi raccomando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, proprio perchè ho una certa età a volte mi pare di stare a sprecare il poco temppo che mi è rimasto :-(

      Elimina
  3. Mah...............la tiro anch'io..e mi sto preoccupando anchc'io...certe cose , non han eta'..se la tiri troppo ..., si spezza a tutte le eta'! :-(
    Io, invece non saprei come fare,..non so una cippalippa...........anzi..lo so..ma e' una scelata troppo drastica, e .., per ora....non me la sento...........
    che fare? BOH per te....e BOH per me!

    :-) un sorriso !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, a volte uno si chiede se sia giusto arrivare a scelte drastiche, al dar fuoco alla corda (cfr. Ele) prima che questa si rompa ... boh, cosa altro dire se non confermare il tuo boh? :-)

      Elimina
    2. ..tranquilli che tanto,quando arrivi al punto di non ritorno o dai fuoco alla corda o ti ci appendi..non è che ci si possa fare granchè..a parte i nodi..ma io non sono brava..

      Elimina
    3. Mhmhmhm non so,....a volte , e lo credo.., deve morire qualcosa ( in senso metaforico, eh!) per poter ricostruire...............certo.., mica devi arriva' al punto da prenderti un esaurimento nervoso.....pero'.., se non ce la fai a chiudere qualcosa,..io son convinta che , a volte..sia la vita a farla finita( sempre in senso metaforicoooooooooo)

      Elimina
    4. @Ele: io invece con i nodi me la cavo, dici che mi devo preoccupare, visto che nel caso il nodo scorsoio mi verrebbe benissimo?

      Elimina
  4. @Annastella: diceva tempo fa una mia amica, che a volte per costruire bisogna prima distruggere, mentre spesso noi cerchiamo di aggiustare per far stare in piedi cose che non si reggono.

    Solo che è difficile rinunciare a qualcosa che si è costruito, e c'è sempre la speranza che quel qualcosa non sia poi così traballante e venuto male :-(

    RispondiElimina