venerdì 13 luglio 2012

Coppia e sessualità

Nella civiltà attuale, si presuppone che in linea di principio che i componenti di una coppia vivano la propria sessualità all'interno  della coppia stessa. Non dico che sia sempre così, ma che questa è considerato il modo "normale" di vivere la sesualità. Poi ci sono le coppie cosiddette aperte (qualunque cosa questo voglia dire). E poi le coppie che "insieme" si aprono ad altre esperienze. Ovviamente nom sto parlando di tradimenti, di relazioni clandestine, ma sto parlando di comportamenti palesi, concordati, condivisi, che però sono più l'eccezione che la regola.

Ora la domanda è la seguente: perchè l'atto sessuale ha questa connotazione particolare? perchè si può andare a vedere un film con una amica (o un amico) se quel film al partner non piace, si può andare a mangiare Jap con un amico (o una amica) se al partner il Jap non piace, ma se poi uno (o una) desidera fare una esperienza di altro tipo, questo desiderio è visto come stravagante  e addirittura come potenziale pericolo per la coppia? Con la conseguenza che alla fine quella esperienza la si fa lo stesso ma ovviamente senza dirlo, in questo modo veramente minando, con le bugie, il rapporto di coppia?

Sia chiaro, non sto parlando dell'innamorarsi di un altro (o di un'altra) , parlo di esperienze prettamente ludiche, fini a se stesse, esattamente come andare al cinema, al teatro, in vacanza o al ristorante.

8 commenti:

  1. Ti rispondo con un post che poi ti linko :)

    RispondiElimina
  2. addirittura un post ... quale onore!

    Se fossi un giovane ed aitante virgulto ti inviterei a cena !!! ma ahimè ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la seconda volta che dici che vuoi invitarmi a cena... Ma poi...

      Ed ecco qui il mio post

      Elimina
    2. sai, intanto siamo lontani, poi io ho una certa età quindi straparlo, ed i mieiinviti sono sempr emolto virtuali (anche perchè non c'è nessuno così folle da accettarli). Vado a leggere

      Elimina
  3. già perché non si può? credo che ad un certo punto, dopo tanti anni insieme, sia abbastanza normale desiderare anche qualche cosa di diverso, senza dover necessariamente rovinare quello che si è costruito con il partner. Che ci vuoi fare, viviamo in un paese di bigotti ed ipocriti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, l'argomento è delicato e quando è stato affrontato (tra persone che si conoscono ed in linea puramente teorica) mi sono trovato di fronte ad atteggiamenti estremamente talebani. Io ritengo che molto dipenda dal tipo di educazione e di società in cui viviamo

      Elimina
  4. Perchè si ha sempre paura che dall'atto sessuale possa nascere l'amore seguito poi dall'abbandono.

    o forse perchè l'atto sessuale è più intimo di una cena....o forse perchè....ma che ne so', io non lo faccio normale figuriamoci a tradimento.
    porco mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi stava scappando una battuta molto maschilista, ma evito. Però non è bello leggere certe cose :-(

      Elimina