venerdì 25 maggio 2012

Dice che a Roma ...

Prendo in prestito il titolo di un blog che seguo (e che spero non mi chieda il pagamento dei copyright), per parlare di una piccola cosa. A Roma ci sono tanti scorci stupendi oggetto di sfregi: penso a molte piazzette che sarebbero godibilissime se non fosssero state trasformate in parcheggi e ristoranti all'aperto (una per tutte, Piazza Capo di Ferro, a pochi passi da Piazza Farnese, con la bella facciata di palazzo Spada, che è sia parcheggio che dehor di un ristorante). Su quello ci vorrebbe un serio (serio!) piano di pedonalizzazione unito ad una altrettanto seria razionalizzazione e regolamentazione sull'uso degli spazi pubblici (per capire di cosa parlo basta andare a Piazza Navona, a Piazza della Rotonda o a Campo de Fiori, tanto per fare degli esempi di aree pedonalizzate ma ugualmente non molto godibili).

Le obiezioni sono tante, dalla necessità di dare impulso al commercio alla impossibilità di negare l'accesso e la sosta ai residenti, visto tra l'altro che i parcheggi sotterranei al centro di  Roma sono impossibili  (guardate cosa è successo a Via Giulia ... Roma è stratificata, appena si scava si trova qualcosa di interessante).

Ma sto divagando. Tra le tante piazze, una che amo particolarmente è Piazza di Santa Maria in Trastevere, con la bella facciata della chiesa ed il suo campanile, diversi palazzi d'epoca (a volte si riescono a scorgere, attraverso le finestre aperte,  i bei soffitti con le travi a vista) e dei locali che occupano in maniera tutto sommato accettabile una parte della piazza lasciandola usufruibile ai più. La bella fontana, al centro della piazza, è considerata una delle più antiche di Roma ed è stata oggetto di numerosi rifacimenti da parte di famosi architetti (tra gli altri il Bernini), e spesso lì affianco si possono apprezzare spettacoli di artisti di strada e assistere a piccoli concerti di musica classica (c'è una estemporanea piccola orchestra d'archi che spesso si esibisce lì la sera, e vi assicuro che ascoltare Bach o Vivaldi in quel contesto può dare emozioni uniche).

In tutto questo, mi chiedo: ma chi ha dato il permesso alla gelateria che si trova nella piazza, di mettere una insegna così vistosa ed assolutamente fuori contesto?



Perfno a McDonald è stato chiesto (e si è ottenuto) di rinunciare allo sgargiante logo rosso e giallo per i locali del centro,  ma a Blue Ice no (nè loro hanno avuto il buon gusto di farlo autonomamente, è evidente) . Ed io per principio non ci compro mai il gelato (che è decente ma a mio avviso troppo dolce e con i gusti poco connotati). Anche voi, se capitate da quelle parti, fate due passi in più ed arrivate da Fior di Luna, in via della Lungaretta 96 , oppure a Piazza San Cosimato, dove ci sono sia Capriotti che Sciuri Sciuri (e stavo dimenticando il piccolo bar San Callisto, nella piazza omonima, pochi gusti ma tutti buonissimi e  economici, oltre ad una ottima cioccolata calda con panna in inverno, e granita di caffè altrettanto buona in estate, frequentato da un melting pop di quelli che solo a trastevere ...)

14 commenti:

  1. Grande!! Ho sempre pensato la stessa cosa ( e di onseguenza ho sempre boicottato il gelato di blue ice..che tra l'sltro sembra finto)! 100% d'accordo (anche sulla scelta del titolo del post ;) )

    RispondiElimina
  2. ho copiato da te, lo ammetto ...

    RispondiElimina
  3. Il vero scandalo è che gelaterie come blue ice possano aprire in centro (e in generale che si possa vendere un gelato che fa così schifo)!. qualche tempo fa comunque ho fatto una foto nella piazza di cui parli al cartello sulla vetrina di un bar "caffè al banco 3,5 euro". da calci in faccia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gelato industriale venduto per lo più a turisti che non sanno cosa sia il gelato. Pwrò su questo non si può fare troppo i talebani, altrimenti il discorso dovrebbe allargarsi a tutti gli altri locali commerciali del centro ... :-(

      Elimina
  4. ahhh volevo dire che tramite "cronache sparse" ho scoperto "dice che a roma"! FANTASTICO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, bel sito, contento ti piaccia. Vuo dire che ho preso due piccioni con una fava!

      Elimina
  5. Mai mangiato il gelato lì e ora mi guardo bene dal farlo!:-)Non so chi decida come e dove aprire locali commerciali,ma ho notato che a Roma si concede un pò troppo.E dir che è così bella..senza certi scempi..Piazza Navona e Campo dè Fiori son bellissime(ottio per me Roma è tutta bella perfino in borgata..)e i localini la sera in estate saran anche carini,sì,ok,ma a tutto c'è un limite..Ps: grazie per i suggerimenti gelatosi..prossima settimana o l'altra vado a far un salto in una delle gelaterie segnalate..;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ele: solo se vai al centro, altrimenti dimmi la zona che frequenti e ti dirò dove andare. Esitono a roma varie correnti di pensiero sul gelato, ma ci sono comuqnue una decina di gelaterie su cui c'è (quasi) un conncorso di consensi, e non tutte centrali. (e credo che sull'argomento anche Cinefilante sia molto competente)

      Elimina
    2. Sì,dice che lo seguo(anche se non ho commentato ancora..).Mah io frequento sempre le solite zone,perchè quando vado ho poco tempo..quindi a parte la zona prati(S.Pietro,Ottaviano ecc ecc.)le canoniche Piazze(di Spagna,via del corso e viuzze limitrofe,piazza Navona e limitrofe ecc ecc)Queste..anche perchè a piedi so far molto,ma km e km no..quindi devo aver una metro vicina..Io son disposta a studiare le varie correnti di pensiero:-)

      Elimina
    3. Allora, al centro tra i segnalati (assolutament enon in ordine di preferenza, c'è Ciampini (Piazza San Lorenzo in Lucina), Giolitti (via degli uffici del vicario), San Crispino (io non la amo molto, Via della Panetteria e Piazza della Maddalena), Torcè con la sua filiale a Piazza di Monte d'Oro.
      Se fai pochi passi verso prati ci sono poi due classici: Fatamorgana a Via Bettolo ed I gracchi (nella via omonima). Ci sarebbe anche GROM a via della Maddalena, altro pomo della discordia!

      Elimina
    4. Ok,annotati tutti;-)Alla gelateria I gracchi forse ci son stata,ma visto che non ricordo devo tornarci..in via Bettolo?Cavoletti ci vado praticamente ogni sabato(visto che c'è il Naturasì)e non l'ho vista?Urca..devo rimediare!Grazie:-)

      Elimina
    5. bè, rimedia, tu che puoi non preoccuparti della linea, e poi facci sapere. Ma non sperare in un rimborso da parte mia in caso di reclami :-)!!!!

      Elimina
  6. Hai ragione, a Roma molti luoghi non vengono valorizzati.

    Un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che non venire valorizzati, vengono assassinati!

      Elimina