martedì 3 aprile 2012

Risvegli

Capita a volte (o almeno a me capita) di avere degli incredibili flashback e di ricordare cose che erano rimaste sepolte nel dimenticatoio per anni ed anni.

Ieri, mentre ero in macchina (non la mia, ovviamente) ascoltavo una radio privata in cui varie persone raccontavano come iniziavano la giornata, ed a me è venuto in mente questo episodio:

ero molto giovane, ed avevo un colloquio importante alle 8.30 della mattina a Roma (ed a quel tempo io non abitavo a Roma). Non volendo rischiare di arrivare tardi, e conoscendo (già allora) i possibili disservizi del trasporto pubblico, decisi di venire a Roma la sera prima, ospite di un amico e della sua famiglia. La sera, la madre di questo mio amico si informa su dove devo andare e stabiliamo insieme l'orario della sveglia (credo le 7).

La mattina dopo, alle 7 in punto, sento bussare alla camera degli ospiti, dopo di che la signora entra nella camera buia e tira leggermente cinghia della tapparella, solo scostando leggermente alcune stecche della stessa, in modo da far penetrare un tenue filo di luce. Dopo alcuni minuti ritorna per sollevarla un pò di più e per portarmi (mentre io cominciavo ad accendere il cervello) una tazzina di caffè bollente con alcuni dolcetti, ed invitarmi poi  a fare la colazione "vera" in cucina.

E' stata la prima (ed unica) volta che ho avuto un simile trattamento (ed ho poi scoperto che era la normale sveglia cui il mio amico era da sempre abituato).

E voi? quali sono state le vostre sveglie migliori?

6 commenti:

  1. ma svegliarmi dal mio ragazzo certamente... mi porta il caffè a letto, mi lascia dormire... solo che non faccio mai nulla di tutto ciò, nel senso che mi alzo a prenderlo e se lui si alza dal letto mi alzo anche io XD

    RispondiElimina
  2. quelle delle rarissime volte in cui sono a casa da sola e quindi non ho la sveglia che suona nè altre interferenze. in alternativa, quelle, altrettanto rare, dei giorni in cui so che devo fare qualcosa di bello e quindi svegliarsi è una gioia.

    RispondiElimina
  3. uno dei miei più bei risvegli fu un giorno di poco più di dieci anni fa... mi svegliò la musica di un pezzo dei Porcupine Tree.
    Si insinuò nel sonno... il disco era uscito in quei giorni e io ancora non lo avevo ma la cosa più strana di tutte è che non avevo lo stereo...
    Fu bellissimo svegliarsi con quella musica, riconoscerla... e chiedersi come fosse possibile per poi scoprire che mio fratello mi aveva regalato uno stereo e pure il cd... aveva collegato tutti i cavi e l'aveva acceso proprio per svegliarmi n quel modo..... il pezzo era Russia on ice. Anche se secondo me il più bello è Even less (lightbulb sun).
    per il resto io sempre e comunque mi sveglio felice e di buon umore!

    RispondiElimina
  4. @Pier: svegliarsi con la persone che si ama è sempre il miglior risveglio possibile

    @Guchi: nel tuo caso si direbbe "meglio soli che ..." :-)

    @Il Cinefilante: bellissimo ricordo, deve essere stata una bella emozione, complimenti

    RispondiElimina
  5. I migliori risvegli sono quelli dopo otto ore abbondanti e profonde di sonno.Ma,soprattutto,quando pur aprendo impercettibilmente la palpebra,la vescica non lancia l'allarme rosso che mi costringe a correre in bagno anche se io vorrei rimanere a crogiolarmi sotto al piumone.Al secondo posto,ma solo in questo commento,tutte le mattine nelle quali mi sveglio,l'homo swiffer è lì accanto a me,mi bacia e mi dice "buongiorno bellissima"anche se ho la fiatella del mattino,gli occhi stinti del trucco che non ho tolto bene la sera prima e i capelli arruffati.:-)

    RispondiElimina
  6. @Ele: vescica? non parlare di corda in casa dell'impiccato :-)!

    Sei fortunata, l'uomo swiffer evidentemente didpone di un ottimo ghost writer :-)

    RispondiElimina