lunedì 5 marzo 2012

Se questo è un uomo

Prendo a prestito il titolo del capolavoro di Primo Levi, per dire che:
  • se è un uomo Giovanni Lucchese, che ieri dopo un litigio dovuto alla gelosia, per alcuni sms letti sul cellulare della moglie, l'ha strangolata con un foulard (a Mozzecane, provincia di Verona)
  • se è un uomo Mario Albanese, che l'altro ieri ha ucciso la sua ex-moglie, la figlia della stessa (nata da una precedente relazione), il suo ragazzo ed una amico della sua ex (a Brescia)
  • se somo uomini tutti quelli che in nome di una cosa chiamata gelosia, ma dietro la quale ci sono motivazioni più profonde e che a troppi fa comondo non sottolineare

... bè, ditemi dove si firma per non essere più identificato come un uomo!

6 commenti:

  1. Old............., la domanda che mi accompagna , leggendo di queste storie...e' PERCHE' ? Cosa scatta nella mente di questi uomini..?
    uomini apparentemente normali..., fino ad allora.. rispettabili,...dalla vita tranquilla....ed allora??????????????
    Non so...., cerco di non pensarci.., ma a volte la "colpa" della mia diffidenza e' dovuta anche da questi episodi di violenza...
    Perche' sempre le donne?
    Come donna.., ho sentito l'anima straziata.., nel vedere in un programma tv la sequenza di foto di giovani donne, mamme, studentesse, donne piu' mature.., tutte unite da un tragico gesto........
    e poi boh.....non so piu' che dire!

    RispondiElimina
  2. se trovi il modulo dimmelo, lo compilo con calma e lo firmo.

    RispondiElimina
  3. Oh,beh,io un perchè ce l'avrei. Non ho letto a caso due libri significativi.Solo che gli uomini non gradiscono e non ammettono quel che vi si può leggere.
    Casi del genere a me dan di che pensare.Mi fanno rabbrividire.Ma sono la diretta conseguenza dei cambi di ruolo e della conseguente crisi del maschio di oggi. Prima la gelosia e il delitto d'onore era addirittura ammesso dalla legge! Ora no.Però non si fa ancora abbastanza per tutelare le donne.Perchè si veicola il messaggio che la causa di tutti gli sconvolgimenti sociali,familiari ecc,è della donna. Che ha alzato la testa e si è arrogata il diritto di dire no,di decidere se continuare o meno una storia.E,credetemi, non lo dico da femminista o da misantropa.Lo dico per quel che so,per quel che vedo,noto.Come una donna e basta.PS: nei giornali si parla di omicidio,ma in Abruzzo un militare un mese fa circa ha violentato brutalmente una ragazza,lasciandola dissanguata e senza coscienza in mezzo alla neve.E il militare il mattino dopo è anche andato in congedo!Il bello?E' che dopo operazioni varie,48 punti di sutura e un trauma psicologico,il militare afferma che "era solo sesso estremo".Hanno causato(perchè non era solo)danni interni enormi,hanno usato arnesi vari.Ci rendiamo conto?E se ne stan tranquilli a casa dopo averlo fatto. A me questo inquieta moltissimo.E la ragazza,per paura di ritorsioni è stata collocata in una struttura protetta non nota.Ci rendiamo conto?Scusatemi,io non odio gli uomini,i "maschi",io odio le persone violente e non riesco ancora ad accettare che non ci sia una legge che tutela la vittima.

    RispondiElimina
  4. Permettetemi una risposta collettiva:

    @Pier: il modulo non c'è, ma si può cercare, ognuno nel proprio piccolo, di diffondere un altro tipo di cultura

    @Annastella: ammetto di non essere in grado di darti una risposta. Posso solo ipotizzare che alla base ci sia una visione malata del concetto di "onore" per cui l'uomo rifiutato "deve" dimostrare di essere un "uomo" non accetndo il rifiuto

    @Ele: qui non si tratta di essere femministe, e anche se il delitto di onore è stato abolito, a mio avviso il concetto resiste nel tempo. Secondo me se i giornali la smettessero di parlare di gelosia come movente già sarebbe un passo avanti. Perchè parlare di gelosia vuol dire dare una giustificazione logica (seppur opinabile) a certi gesti, che giustificazione non hanno.

    RispondiElimina
  5. Old: no no,la giustificazione c'è.Ma non la si dice.Perchè è troppo lunga.Il movente della gelosia è quello più semplice.Dovrebbero dire,invece,che l'uomo non è geloso della propria ex donna,ma geloso dell'autonomia della donna,del fatto che possa decidere di interrompere un rapporto.E' un qualcosa che il "maschio"non accetta,perchè rientra tra i suoi esclusivi poteri.La gelosia non centra.No no,una giustificazione ce l'hanno eccome.E non è irrazionale,è razionalissima.Non condivisibile,ma razionalissima. Culturale direi.Ci vorranno secoli perchè si arrivi a qualche pur minimo cambiamento..

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina