lunedì 26 marzo 2012

Sarebbe normale in un paese normale

"Non condivido le posizioni di chi, nella Chiesa, se la prende con le unioni civili.  Se alcune persone, di sesso diverso oppure anche dello stesso sesso, ambiscono a firmare un patto per dare una certa stabilità alla loro coppia, perché vogliamo assolutamente che non sia? " ... "se lo Stato concede qualche beneficio agli omosessuali, non me la prenderei troppo. La Chiesa cattolica, dal canto suo, promuove le unioni che sono favorevoli al proseguimento della specie umana e alla sua stabilità, e tuttavia non è giusto esprimere alcuna discriminazione per altri tipi di unioni."

Frasi abbastanza semplici, moderate, eppure mi hanno colpito molto. Le ha scritte il Cardinale  Carlo Maria Martini . Peccato che la sua non sia la posizione dominante della Chiesa! Nè di molti politici, inclusi appartenenti al cosiddetto Partito Democratico, che dicono di agire in difesa della Chiesa e della cristianità!

2 commenti:

  1. Mah,che dire? Tolleranza zero.La loro.Quel che non capisco è perchè.Perchè esiste per qualsiasi etero,laico o ateo o cristiano,sposarsi solo con rito civile,e la Chiesa su questo non ha nulla da ridire (salvo il fatto che per la Chiesa non si è sposati)e non obietta: liberi di farlo.E allora,perchè anche chi vuole legalizzare la coppia di fatto o le unioni tra persone dello stesso sesso,deve vedersi davanti un muro??La Chiesa dovrebbe rinfrescarsi la memoria: il sacramento del matrimonio è stato da essa stessa accettato e celebrato in Chiesa solo di recente,prima i matrimoni venivan celebrati fuori,davanti alla chiesa,sul sagrato ecc,perchè era considerato un rito non sacramentale al pari della comunione,battesimo ecc.E poi,non amo i fondamentalismi.Mi sta bene che si dica che per essere cristiani cattolici occorre far così e cosa,ma per chi non vuole,non è cristiano ecc,perchè porre veti?Il matrimonio non è solo un affare della chiesa,ma anche dello stato.E lo Stato dovrebbe garantire a tutti pari dignità e diritti.PS: Carlo Maria Martini a me è sempre piaciuto..come lui Papa Luciani e Papa Wojtila:posizioni di gran lunga più cristiane di altre.

    RispondiElimina
  2. Ele, su Wojtila avrei dei dubbi, era un profondo conservatore ed ha difeso molte situazioni indifendibili.

    Comunque non è un caso che gli unici che vogliono convertire tutti sono i Cattolici, non i mussulmani nè gli ebrei.

    RispondiElimina