venerdì 9 marzo 2012

Non ci indurre in tentazione

Sarebbe da leggere come un aneddoto inventato, se non fosse invece realtà. Si sa, il diavolo ha tante forme, e tanti modi per indurre in tentazione, ma questa volta il diavolo pare saperne perfino una in più del ... diavolo.

In un paesino del basso lazio, ristrutturando  a modesta chiesa locale, al parroco venne l'idea di abbellirla con un mosaico, il cui disegno venne approvato dall'arcivescovo e che fu realizzato da una ditta di Ravenna specializzata in arte sacra.

Una volta aperta ai fedeli la chiesa messa a nuovo, ecco che partono i primi dubbi, concretizzatisi in una lettera di un fedele che, tra l'altro, dice di aver individuato nella ristrutturazione un:

«elemento dissonante, per non dire addirittura sacrilego. Mi riferisco  al grande mosaico che appare sulla facciata retrostante all'altare, che ha inequivocabilmente la forma di un enorme preservativo. Tale mosaico sul quale, per le dimensioni e per la posizione in cui è posto, convergono inevitabilmente e incessantemente gli sguardi di tutti i fedeli, costituisce un continuo ed insopportabile fattore di disturbo al raccoglimento spirituale e alla preghiera. Posso garantirLe che la forma del suddetto mosaico suscita pensieri scabrosi in uomini e donne di ogni età, cultura e ceto sociale»

concludendo con la richiesta di intervenire. Richiesta pare accolta in questi giorni dalla curia che avrebbe deciso di far rimuovere l'opera, che è quella che vedete qui sotto. 


4 commenti:

  1. preservativo o no, a me non piace per nulla...

    RispondiElimina
  2. @Guchi: non mi intendo di arte sacra :-)

    RispondiElimina
  3. Beh,per vederci un preservativo..mah..Mi vien da pensare che il fedele è in crisi di astinenza e vede quel di cui ha "bisogno"ovunque.Un pò come quando abbiamo fame e l'olfatto in piena città ci indica dov'è la panetteria o il ristorante..fino a notar solo quello.A me l'arte sacra piace molto,a studiarla c'è così tanto dietro e il bello è che varia,appunto,come per ogni opera d'arte,al variare dell'occhio che la guarda.L'arte moderna non la capisco sempre e non sempre mi trasmette le stesse emozioni di quella "datata",ma ci son le eccezioni.

    RispondiElimina
  4. @Ele: anche a me non è che quel mosaico faccia impazzire, ma che ispiri pensieri scabrosi mi sembra veramente eccessivo. Fatto sta che pare (dico pare) che sia stato deciso di rimuoverlo, spendendo ben 30.000 euro della comunità. Bigottismo ai massimi livelli, secondo me!

    RispondiElimina