martedì 13 dicembre 2011

Concorsi

Una piccola storia ignobile ... una tipica storia italiana:

Una Facoltà di Giurisprudenza italiana ha bandito una selezione comparativa per un posto di ricercatore nel settore scientifico-disciplinare di Economia Politica. Selezione comparativa vuol dire che si vanno a valutare i titoli dei candidati e si sceglie il migliore.

Si sono presentati 13 candidati, con varia esperienza. Di questi, uno era quello con la minore quantità di pubblicazioni: otto. Ovviamente la valutazione non va fatta solo sulla quantità ma anche sulla qualità, ed esistono vari criteri internazionali per valutare la qualità di una pubblicazione scientifica: qualunque si applichi, il suddetto candidato si trova inevitabilmente all'ultimo posto.

Un altro modo per valutare la qualità di una pubblicazione è verificare se essa è stata citata in altri lavori (se io cito in un mio articolo il lavoro di un altro vuol dire che lo ritengo importante e quindi di valore). Gli otto lavori del suddetto candidato non sono stati citati in nessuna altra pubblicazione.

Degli otto lavori del solito candidato, sei hanno come co-autore il presidente della commissione giudicatrice. Gli altri due sono stati pubblicati in raccolte curate del presidente della commissione stessa.

Si lascia al lettore indovinare chi pare sia stato selezionato, tra i 13 candidati.

2 commenti: