lunedì 28 novembre 2011

Ricordi

Ordinare vecchie carte, catalogare schizzi, disegni ed altre cose. Ed ognuna di queste rimanda a ricordi lontani, ad eventi, episodi, immagini che erano seppellite in qualche oscuro cassetto della memoria, ma che all'improvviso riacquistano energia e tornano a splendere vivide.

In fondo, quando andiamo via per sempre, è questo che resta noi, la nostra immagine nella mente degli altri, nel cuore di chi ci è stato vicino, le conseguenze delle nostre azioni. Un ricordo, a volte - se si è fortunati - un messaggio, che se ben formulato verrà poi trasmesso ad altri. Che sia tanto o poco, nessuno lo sa, ma credo che sia ciò che da' un senso alla nostra vita al di là del nostro stesso essere.

E così, dopo un pomeriggio immerso nei ricordi, sono più sereno, anche se il vuoto fisico continua ad esserci, ed è giusto così, perchè le persone care, anche se anziane, ci lasciano sempre troppo presto.

2 commenti:

  1. la penso come te: le persone continuano a vivere dentro di noi, ma è anche bello talvolta soffermarsi sui piccoli oggetti quotidiani che ce le riportano alla memoria con più forza.

    RispondiElimina
  2. Si, poi nello specifico io sono fortunato, mi basta sollevare lo sguardo per rinnovare il ricordo

    RispondiElimina